Sicurezza e legalità, domani il giudice Imposimato a Genova

0
CONDIVIDI
Il giudice Imposimato con gli eponenti del M5S a Vado Ligure per spiegare le ragioni del No al referendum di Renzi
Domani al Teatro della Gioventù ci sarà il giudice antimafia e anticorruzione Ferdinando Imposimato
Domani al Teatro della Gioventù ci sarà il giudice antimafia e anticorruzione Ferdinando Imposimato: sarà presentato il rapporto su sicurezza e legalità in Liguria

GENOVA. 18 FEB. Sicurezza e legalità. Domani ci sarà anche il giudice antimafia e anticorruzione Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, al Teatro della Gioventù di Genova, dove sarà presentato al pubblico il nuovo rapporto sulla “Sicurezza urbana in Liguria” e, dalle 9,30 alle 13, si riunirà il Tavolo della Legalità. Imposimato è stato invitato dal M5S.

“È la prima volta che si riunisce il Tavolo – ha spiegato oggi il vicepresidente e assessore regionale alla Sicurezza Sonia Viale che presiederà la prima riunione – abbiamo scelto una sede aperta al pubblico, un teatro, per avviare un processo di condivisione e di confronto tra i rappresentanti della società ligure, delle associazioni di categoria, ordini professionali, sindacati ed enti locali sui temi di contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa, della sua prevenzione, della promozione della cultura della legalità e della sicurezza urbana”.

Nel primo incontro di domani, sarà illustrato il rapporto sulla Sicurezza urbana elaborato dall’Università di Genova che contiene anche un intervento sulla criminalità organizzata in Liguria elaborato tempo fa dal magistrato Anna Canepa.

 

Il Tavolo è composto, oltre che dal rappresentante della giunta, da tre consiglieri regionali, di cui uno espressione della Minoranza, ossia Alice Salvatore del M5S, da un rappresentante dell’Università di Genova, dell’Anci, della direzione regionale scolastica, delle Camere di Commercio, dei sindacati, delle associazioni datoriali, dell’Abi e da varie realtà del mondo dell’associazionismo regionale.

 

LASCIA UN COMMENTO