Sfigurata da protettore-fidanzato: albanese condannato

0
CONDIVIDI
Stop alla violenza sulle donne: un albanese è stato arrestato dai carabinieri per avere ridotto in schiavitù e sfruttato undici ragazze
Stop alla violenza sulle donne: un protettore-fidanzato albanese è stato condannato a 6 anni per avere sfregiato al volto l'ex compagna che non voleva più prostituirsi e intendeva lasciarlo
Un protettore-fidanzato albanese è stato condannato a 6 anni per avere sfregiato al volto l’ex compagna che non voleva più prostituirsi e intendeva lasciarlo

GENOVA. 5 FEB. Un albanese di 42 anni, accusato di avere sfregiato con un coltello il viso dell’ex compagna perché non accettava di continuare a prostituirsi e voleva lasciarlo, è stato condannato oggi a sei anni di reclusione. Il protettore-fidanzato ha usufruito di uno sconto di un terzo della pena, in quanto ha scelto di essere processato col rito abbreviato. In una lettera aveva chiesto scusa alla sua ex, sfigurata per sempre.

Il giudice ha disposto anche l’espulsione a pena espiata in Italia e il pagamento di una provvisionale di diecimila euro alla parte civile. Il pm aveva chiesto otto anni. L’albanese era accusato di lesioni gravissime, aggravate dai futili motivi e dallo sfregio permanente del volto.

L’episodio  risale al luglio del 2013. In via di Francia la donna fu aggredita con uno spray al peperoncino spruzzato negli occhi. Poi fu colpita con alcune coltellate al volto, a un braccio e al torace.

 

 

LASCIA UN COMMENTO