Serra Riccò, animalisti tagliano gomme ad auto cacciatori

20
CONDIVIDI
Blitz degli attivisti di Animal Liberation Front contro i cacciatori

GENOVA. 9 OTT. Ennesimo blitz degli attivisti appartenenti all’Animal Liberation Front. E’ appena cominciata la caccia e in provincia di Genova già si registra la terza incursione degli animalisti in meno di un mese. Introno alle 7 di oggi una coppia di giovani ha danneggiato una mezza dozzina di fuoristrada parcheggiati in uno spiazzo a Serra Riccò.

Ai veicoli sono state bucate le gomme e danneggiate le carrozzerie con dell’acido. Nel mirino dell’Alf, una squadra di cacciatori di cinghiali che stava battendo la zona, ma anche una coppia di fungaioli e una donna che aveva posteggiato lì la sua auto per portare il cane in una pensione per animali della zona.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Serra Riccò che hanno avviato le indagini. L’ultimo blitz segue quello di due settimane fa quando a Creto di Montoggio un gruppo di cacciatori è stato aggredito con lo spray urticante. Alcuni giorni prima alla Vetta di Pegli alcuni animalisti avevano distrutto i capanni di avvistamento dei cacciatori.

 

 

20 COMMENTI

  1. Non sono animalisti, ma dlinquenti, non si portano avanti le nostre idee con atti vandalici! Io non ho nessuno nella mia famiglia che va a caccia, ma deploro questo comportamento, è vergognoso

  2. Premesso che non amo la caccia e sarei per abolirla, però da qui ad andare a tagliare le gomme alla gente oppure esultare perchè muore un ragazzo di 20 anni che andava a caccia lo trovo veramente vergognoso e deplorevole come anche il minacciare con il fucile delle persone che camminano tranquillamente nei boschi in cerca di funghi mentre c’è gente che va caccia, purtroppo la caccia è un attività pericolosa su cui ci sarebbe molto da discutere e che fa molto discutere e credo che lo farà ancora per molto tempo

  3. Io sono animalista, ma vorrei far presente che i veleni dati nell’agricoltura fanno molte ma molte vitti e in più.
    Se si deve fare una guerra facciamola a 360°, così magari salvaguardia o la salute di tutti.

LASCIA UN COMMENTO