Home Sport Sport Genova

SERIE B EUROBET: ENTELLA-FROSINONE 1-0, I LIGURI SUPERANO LA CAPOLISTA CIOCIARA

0
CONDIVIDI
entella-gol

entella-golGENOVA 26 OTT. Si sapeva che per l’Entella sarebbero stati 20 giorni impegnativi quelli tra la trasferta di Cittadella del 20 ottobre e quella di Perugia in programma sabato 8 novembre con in mezzo la bellezza di sei partite. Quello che magari neppure il più ottimista tra i tifosi biancocelesti avrebbe potuto ipotizzare sono i sei punti su sei conquistati nelle prime due tappe di questo tour de force, giocate tra l’altro contro un avversario consolidato da anni in Serie B, Cittadella, e una neopromossa di qualità come il Frosinone, arrivata a Chiavari da capolista.

Oggi l’Entella ha compiuto forse il passo in avanti più grande sulla strada del calarsi nella categoria, processo in parte rallentato da episodi negativi, su tutti i numerosissimi infortuni occorsi, qualche svista arbitrale e un pizzico di sfortuna. Questi elementi hanno fatto sì che l’Entella nelle prime 5 partite raccogliesse solo 2 punti. Il pareggio di Trapani ha rappresentato davvero un punto e a capo, non è un caso quindi che nelle successive 5 partite il bottino sia stato di 9 punti nonostante l’handicap di Pescara, gara che come ribadito ieri Luca Prina, sarebbe bello rigiocare in parità numerica.

In tutto questo il Gruppo biancoceleste non ha mai perso la propria autostima, nè la convinzione nei propri mezzi,  grazie a un lavoro settimanale fatto di meticolosità, di impegno, di grande intensità e alla base, una solida base, l’unione dello spogliatoio che è continuamente sottolineata in ogni intervista rilasciata da staff e giocatori. Tornando alla partita di oggi, le difficoltà che nascondeva erano sì dettate dal fatto che arrivava la capolista, neopromossa ma partita alla grandissima, ma anche dalla situazione di emergenza che l’ Entella si è trovata ad affrontare con un reparto, quello difensivo, falcidiato da assenze ed infortuni con un totale di ben 5 giocatori fuori uso: Russo, Rinaudo, Baldanzeddu, Camigliano e Cecchini.


Prina ricorreva ancora una volta alla grande disponibilità dei suoi accentrando Iacoponi e abbassando Volpe sulla linea difensiva esterna anche questo già visto soprattutto nella scorsa stagione. La risposta di entrambi i giocatori è stata ineccepibile: Iacoponi ha raccolto l’elogio pubblico del compagno di reparto Cesar, anche lui autore di una prestazione monumentale, mentre quella straordinaria di Volpe ormai non fa più notizia. Del brasiliano non c’è da scoprire nulla, da quando è arrivato a Chiavari ha collezionato stagioni incredibili per il suo apporto in campo e fuori, dove il suo carisma e la sua simpatia hanno un ruolo davvero di primissimo piano

L’avvio di partita era attendista da parte dell’Entella che temeva soprattutto la fisicità  evidente del Frosinone. Buona la personalità della squadra di Stellone ma i biancocelesti tenevano bene e Pelizzoli non era mai chiamato in causa. Qualche brivido e nulla più. Probabilmente gli stessi brividi che ha avuto Zappino quando al 40′ Costa Ferreira calciava all’improvviso sfiorando il palo alla sinistra del portiere frusinate. Il primo tempo andava in archivio con il neo di un arbitraggio non proprio all’altezza vista l’iniqua distribuzione di cartellini che costa a Volpe il giallo della squalifica in vista di Catania.

Nella ripresa la partita cambia registro. Entrambi gli allenatori si affidano alla panchina e come spesso accade Prina ne riceve risposte importanti. L’ingresso di Litteri autore di un gran secondo tempo rinforza il possesso in avanti dell’Entella che pian piano sale. Il Frosinone dal canto suo aumenta chili e centimetri ma Pelizzoli continua a controllare il traffico senza interventi clamorosi. Si arriva quindi al momento decisivo della partita: Iacoponi batte una punizione da centrocampo verso destra, un paio di spizzichi di testa da parte di difensori ospiti e la palla giunge sui piedi di Costa Ferreira che dal vertice dell’area piccola si coordina bene e di destro mette palla tra le gambe di Zappino per il suo primo gol in serie B. Il Comunale esplode di gioia e si percepisce il gusto dell’impresa.

Il Frosinone reagisce più di pancia che di testa. Prina argina con Di Tacchio e Belli e i due non si fanno trovare impreparati portando grande intensità e freschezza fisica. Litteri ha una buona occasione in contropiede ma perde il momento propizio. L’Entella è in controllo e Pelizzoli si abbassa una volta solo per raccogliere un tiro di Paganini neppure troppo forte. Arrivano 4′ di recupero nei quali Costa Ferreira potrebbe mettere la ciliegina su una prestazione da ricordare ma quando si ritrova a tu per tu con Zappino non riesce ad aver la freschezza per superarlo una seconda volta.

Ma è una delusione breve perchè la partita finisce e tutti i biancocelesti si abbandonano all’abbraccio caloroso del “Comunale”, anche ieri non strapieno ma pur sempre pulsante per una squadra che, siamo certi, partita dopo partita saprà riportare i grandi numeri in uno stadio sempre più accogliente. Il riposo dell’Entella dura poco: domani pomeriggio la squadra si ritroverà in campo per preparare la trasferta di Catania. Un’altra prova di maturità contro una grande del campionato per misurare la nostra di maturità ma gli scrutini stanno dando risultati davvero incoraggianti.

mb

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here