Home Sport Sport Genova

Serie B, Cittadella-Entella 0-1: Troiano di rigore

0
CONDIVIDI
Troiano con l'Entella

GENOVA 30 SET. L’Entella riesce ad espugnare il Tombolato e prende tre punti che danno serenità alla squadra di Castorina.

Oggi piu che mai proprio per il tipo di partita, è emerso il vero spirito di squadra il vero valore di alcuni singoli soprattutto i più esperti e una volta di più Castorina ha dimostrato di saper gestire i valori del suo gruppo cambiando ancora rispetto a sabato scorso.

Arretramento di Nizzetto a centrocampo per riproporre il terzetto d’ attacco visto a Pescara con Aramu dietro a Luppi e Diaw.


Vincere al Tombolato non è da tutti il Cittadella cosi come l’ Entella costruisce ogni stagione i propri risultati soprattutto tra le mura amiche e per di più i veneti avevano morale a mille reduci dall’ aver espugnato il campo dell’ Empoli.

La partenza del Citta conferma che il periodo è di quelli buoni, tanta vivacità e subito qualche pericolo dalle parti di Iacobucci che sporca i guanti per la  prima volta su un tiro di Pasa dalla distanza.

L’ Entella aspetta e pian piano esce dal guscio prima con un contropiede iniziato e rifinito da Diaw per Luppi, anticipato da Alfonso, e poi con un colpo di testa di Pellizzer che sfiora il gol dell’ ex sugli sviluppi di un angolo.

Risponde il giovane Kouame che impegna Iacobucci alla respinta ma il pericolo più grande lo crea ancora l’ Entella con una punizione di Aramu rimessa sul primo palo da Troiano con Luppi anticipato di un soffio. Il Cittadella  fatica ad arrivare alla conclusione e viene aiutato per poco da un retropassaggio di Ceccarelli sul quale in due tempi Iacobucci salva. L’ Entella osa ancora Belli se ne va in contropiede e porge un buon pallone  a Diaw che calcia ma trova la pronta risposta di Alfonso a volare in angolo.

Si arriva quindi allo scadere e all’ episodio che decide la partita : Luppi affonda in area da destra rientra e viene steso da Iori con l’ arbitro che indica senza esitazioni il dischetto:  dagli 11 metri Troiano spiazza il portiere ma l’ arbitro fa ripetere, freddamente il Capitano scucchiaia al centro con Alfonso spiazzato nell’ angolino della precedente battuta.

È il gol che porta le squadre all’ intervallo dal quale i chiavaresi tornano senza Diaw vittima di un problema all’ aduttore. Una perdita non da poco vista la consueta generosità e fisicità di Davide assoluto protagonista del primo tempo. Al suo posto La Mantia. Il Citta inizia forte ma,anche in questo caso, a tanto possesso non corrispondono altrettante conclusioni. Castorina  fa argine ricorrendo alla verve di Palermo a rilevare Nizzetto.

L’ Entella non riesce ad uscire dalla metà campo, La Mantia e Luppi generoso ma sempre piu stanco con il passare dei minuti, non riescono a far salire la squadra ma come detto quando non c’è Iacobucci sui traversoni o sulle conclusioni morbide di Schenetti e Strizzolo, ci pensano i difensori a spazzare ogni pallone.

La partita resta in sofferenza ma è in questo frangente che emerge l’ esperienza dei giocatori scafati e la loro capacità di portare a termine un risultato pesantissimo sancito al 95 dal triplice fischio. Una gioia condivisa con gli 11 tifosi saliti in Veneto ma una gioia di tutto l’ ambiente che voleva fortemente questo risultato per affrontare al meglio i prossimi impegni al Comunale con l’ autostima in aumento costante cosi come la convinzione che la strada intrapresa da 4 giornate sia quella giusta e che il lavoro svolto giornalmente sia il modo migliore per dare a questa squadra una connotazione precisa.

I valori anche oggi si sono visti anche l’ equilibrio del mister è emblematico con una contenuta soddisfazione che non perde di vista la difficoltà di questo campionato che troppo spesso ti porta dall’ altare alla cenere in pochissimo tempo.

 

Ogni partita si salva quello di buono che c è da salvare e si lavora su quello che c’ è ancora da migliorare solo con questa umiltà si possono ottenere risultati di squadra per  poter misurare il vero potenziale di un gruppo sempre più coeso nel quale anche i giocatori arrivati più tardi stanno piano piano trovando la strada verso la migliore condizione.

Dopo una partita intensa e dispendiosa come quella odierna la squadra gode di due giorni di riposo visto che il prossimo turno si disputerà di domenica vista la pausa della Serie A. Arriverà il Brescia che proprio oggi rimontando il Perugia ha dimostrato di essere una squadra di buoni valori individuali condotta da un tecnico esperto che ben conosce la categoria e le sue insidie.

Come sempre si spera che il buon risultato di oggi possa rinvigorire anche un po di entusiasmo nei tifosi chiavaresi ultimamente un po distaccati. Il  Comunale è la casa dell’ Entella deve e può tornare ad essere quel fortino nel quale conquistare punti pesanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here