Serie B: Avellino-Entella 2-0, Troppi Errori al Partenio

0
CONDIVIDI
I tifosi dell'Entella
I tifosi dell'Entella
I tifosi dell’Entella

GENOVA 23 DIC.  Sarà comunque un Buon Natale per l’ Entella che ad Avellino conosce la seconda sconfitta esterna consecutiva anche se quella di stasera è stata tutta un’altra prestazione rispetto a quella disputata in Abruzzo. Sarà un Buon Natale perché il cammino della squadra di Aglietti fin qui è stato più che soddisfacente passando per un inizio inevitabilmente difficile figlio di un estate travagliata piena di incertezze, di un mercato prolungato, di un calendario fitto e poco favorevole insomma tutti elementi che hanno ritardato l’ amalgama dei biancocelesti che il tecnico toscano ha gestito al meglio riuscendo in poche settimane a dare alla sua squadra una precisa identità un equilibrio indispensabile ed una consistenza di squadra di tutto rispetto.

La sconfitta di Avellino fin dal 94° è in archivio o magari sarà ripresa soltanto per limare quegli errori fatti in fase offensiva sia nelle rifiniture che nelle conclusioni. Aglietti al Partenio cambia soltanto un giocatore con l ‘ innesto di Sestu per Palermo non al meglio. Nello stadio irpino si respira subito aria di Natale con un grande spettacolo pirotecnico che ha accompagnato l’ ingresso in campo delle squadre. L’ Entella parte subito bene e Caputo dopo soli 3 minuti ha sui piedi la palla del vantaggio ma la sciupa sul rovesciamento di fronte come spesso accade sono i “lupi” a passare in vantaggio grazie a Trotta che raccoglie una respinta della difesa e infila Iacobucci con un potente diagonale soltanto sfiorato dall’ estremo chiavarese.

Una doccia fredda che non scalfisce minimamente la voglia dei biancocelesti di rovesciarsi nella meta campo avversaria alla ricerca del pari. Ad una netta supremazia nel gioco però non corrispondono altrettante occasioni da rete perché al momento di rifinire troppa imprecisione impedisce di arrivare pericolosamente davanti a Frattali. Costa Ferreira conclude di poco a lato prima e poi mette sull’ esterno della rete un bel filtrante, Caputo si gira bene e calcia al volo ma la palla è alta sulla traversa. Gli irpini si rivedono in finale di tempo quando Gavazzi calcia dal limite trovando pronto Iacobucci alla risposta. Anche nella ripresa l’ Entella inizia bene con un’altra occasione sempre per Caputo che gira bene trovando Frattali pronto alla respinta.

 

Con il passare dei minuti l’ Entella si spegna un pochino lasciando il campo ai verdi di casa che sfiorano il raddoppio prima con Trotta e poco dopo con Castaldo trovando in entrambi i casi due interventi decisivi di Iacobucci. L’ ultimo acuto tocca ancora a Caputo che al 64° riceve un bel cross basso da Keità ma alza la mira da buonissima posizione. E’ l’ ultimo tentativo di una partita che va via via spegnendosi ritrovando un sussulto nel finale quando dopo una respinta corta della difesa Arini serve uno spizzico di testa a Castaldo che prende in controtempo Iacobucci e raddoppia.

Rimane il tempo per un gol annullato a Iacoponi per fuorigioco e per iniziare le procedure del rientro dall’ irpinia che avverrà domattina all’ alba con la squadra già in campo nel pomeriggio per iniziare il tour de force natalizio che porterà alla partita contro il Crotone in programma domenica 27 al Comunale . Una partita che corrisponde al giro di boa del girone di andata che ha visto comunque l’ Entella protagonista riuscire a ritagliarsi un ruolo di primo piano in un torneo difficile come quello cadetto. I “piedi per terra” di Aglietti sono un monito sempre valido che resta ben impresso nell’ ambiente biancoceleste e c è da credere che domenica prossima rivedremo nuovamente quella rabbia sportiva quell’ ardore agonistico che ha caratterizzato la brillante vittoria contro il Vicenza.

LASCIA UN COMMENTO