Serie A: Samp-Milan 0-1, sconfitta beffa per i blucerchiati

1
CONDIVIDI
Samp
Samp di scena contro l'Udinese
Samp di scena contro l’Udinese

GENOVA 17 APR.  Ci sono serate che nascono male e finiscono peggio. Per demeriti tuoi – sia chiaro – ma non solo. E così finisce che il Milan del nuovo corso targato Cristian Brocchi supera di misura la volitiva Sampdoria di Vincenzo Montella.

Assurdo. Silvestre e non Moisander in mezzo alla difesa, Diakité confermato sul centrodestra e Cassani di ritorno dalla parte opposta: queste la scelte del tecnico per sostituire lo squalificato Ranocchia. Krsticic ritrova Fernando come partner nella zona nevralgica mentre Alvarez e Soriano assistono l’unica punta Quagliarella. Balotelli su punizione e Bacca spaventano Viviano nei primi minuti. Quagliarella risponde al 19′ sfruttando un disimpegno errato di Kucka: la mira non è delle migliori. Nel sostanziale equilibrio della frazione, il vantaggio il Doria lo avrebbe trovato al 25′, con Dodô bravo a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto sugli sviluppi di un tentativo in acrobazia di Fernando. Peccato che Valeri, dopo aver aspettato il parere dell’assistente, annulli senza un motivo plausibile. Assurdo. Poco dopo ha dell’incredibile anche un intervento di Viviano su spaccata ravvicinata di Bacca: un autentico prodigio. Meno difficile ma efficace la parata con cui si chiudono le occasioni del primo tempo, quella di Donnarumma su destro potente di Fernando.

Proteste. Le battute iniziali della ripresa portano in dote un cambio per parte: Bertolacci fa posto a Poli, Correa dà il cambio all’acciaccato Alvarez. Al 18′ Kucka lancia Bacca: a tu per tu con Viviano, il colombiano prova la rabona ma il portierone non si fa sorprendere. Sul fronte opposto Krsticic mette Quagliarella nelle condizioni di calciare verso Donnarumma, il quale smanaccia e sventa. È l’ultima giocata utile per il serbo, già ammonito e sostituito da Barreto un istante dopo un mancino a giro di Kucka uscito di un nulla. Al 24′ Silvestre interrompe con maestria un contropiede potenzialmente letale; al 28′ i blucerchiati capitolano per mano di Bacca. Ma nell’azione del vantaggio rossonero pesa come un macigno un fallo di Kucka su Dodô ignorato da Valeri. I ragazzi non ci stanno e Fernando viene sanzionato per proteste. Ménez rileva l’autore del gol, Montella richiama Soriano per Muriel e Diakité sfiora il pari in scivolata. Boateng per Bonaventura sancisce l’ultima alzata di lavagnetta elettronica prima del recupero. Recupero che non cambia la situazione.

 

Sampdoria 0
Milan 1
Reti: s.t. 28′ Bacca.
Sampdoria (3-4-2-1): Viviano; Diakité, Silvestre, Cassani; De Silvestri, Fernando, Krsticic (21′ s.t. Barreto), Dodô; Alvarez (11′ s.t. Correa), Soriano (36′ s.t. Muriel); Quagliarella.
A disposizione: Puggioni, Brignoli, Moisander, Rodriguez, Correa, Pereira, Palombo, Christodoulopoulos, Skriniar.
Allenatore: Vincenzo Montella.
Udinese (4-3-1-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci (9′ s.t. Poli); Bonaventura; Bacca (35′ s.t. Ménez), Balotelli.
A disposizione: D. López, Abbiati, De Sciglio, J. Mauri, Mexès, Honda, C. Zapata, Boateng, Locatelli, Calabria.
Allenatore: Cristian Brocchi.
Arbitro: Valeri di Roma 2.
Assistenti: Marrazzo di Tivoli e Dobosz di Roma 2.
Quarto ufficiale: Vuoto di Livorno.

LASCIA UN COMMENTO