ARCHIVIO

SERATA AL PIANOFORTE PER IL TERZO APPUNTAMENTO GOG

GENOVA. 23 OTT. Lunedì, 27 ottobre al Teatro Carlo Felice alle ore 21,00, si terrà il terzo concerto della Stagione GOG, tenuto dalla pianista Zhu Xiao-Mei. Quest’artista occupa un posto speciale nel mondo musicale di oggi, appare in pubblico solo al fine di eseguire lavori particolarmente impegnativi che lei stessa definisce “montagne dell’anima” e le cui interpretazioni sono maturate attraverso un approfondito lavoro di analisi e studio. E’ ospite delle sale da concerto più importanti e dei festival più prestigiosi, dal Théâtre des Champs-Elysées a Parigi al Teatro Colon di Buenos Aires, dal Festival de La Roque d’Antheron allo Schleswig Holstein Festival.

Protagonista di una vicenda umana e musicale straordinaria in quanto  nella Cina comunista, Zhu Xiao-Mei portava il peso di una grave colpa, quella di essere di famiglia borghese e possedere  un pianoforte. Zhu Xiao-Mei dapprima è costretta a dimenticare Bach per i canti della Rivoluzione, poi rischia la morte nell'inferno dei campi di lavoro.

Nel 1980, grazie a Isaac Stern, ottiene una borsa di studio per gli Stati Uniti, dove per mantenersi è costretta a lavorare come domestica; in casa c'è un pianoforte, ma i "padroni" glielo lasciano toccare solo per spolverarlo. Finalmente, nel 1984, l'arrivo in Francia, a Parigi dove ha deciso di restare. Ha tenuto concerti in tutta la Francia , così come in Europa , in Sud America , Russia e Australia.

Dal 1994 è regolarmente invitato dal Théâtre de la Ville di Parigi e dal Teatro Colon di Buenos Aires. E’ stata anche invitata in numerosi festival , come il Roque d'Anthéron e La Folle Journée de Nantes. Zhu Xiao - Mei divide il suo tempo tra la sua attività didattica presso il Conservatoire National Supérieur de Musique di Parigi e dei suoi numerosi concerti in Francia e   all'estero .

Per la GOG Zhu Xiao-Mei suonerà le Variazioni Goldberg di J.S. Bach. Francesca Camponero