Home Spettacolo Spettacolo Genova

SERATA PAGANINIANA. IL PROSSIMO CONCERTO GOG

0
CONDIVIDI
Ilya Gringolts

Ilya Gringolts GENOVA. 31 OTT. Lunedì prossimo, 3 novembre, al Teatro Carlo Felice alle ore 21:00, si terrà il quarto concerto della Stagione GOG 2014-2015.

Protagonista sarà il giovane, ma già affermato a livello mondiale, violinista Ilya Gringolts, che è stato il più giovane vincitore di sempre del Premio Paganini nel 1998. Il programma prevede l’esecuzione integrale dei 24 Capricci. I ventiquattro Capricci di Paganini costituiscono il vertice della produzione violinistica del genio genovese, ammirato dai più famosi musicisti dell’epoca. Schumann, Liszt e Chopin ne furono impressionati. scritti nel 1817.

Sono composizioni di carattere estremamente virtuosistico, con una grande varietà di tecniche violinistiche come picchettati, ricochet, ottave, decime e pizzicati con la mano sinistra.


Una particolarità di questi capricci è rappresentata dalle indicazioni espressive scritte da Paganini come “imitando il flauto” o “imitando il corno”. Sono elaborate dai temi dei Capricci numerose composizioni, come l’op.

10 di Schumann (6 studi da concerto), i 6 studi d’esecuzione trascendentale di Liszt (da non confondere coi più famosi 12 Studi d’esecuzione trascendentale), o la Rapsodia su un tema di Paganini di Rachmaninov. Quest’ultima è composta sul tema del solo ventiquattresimo Capriccio. Un amico di Schubert ha riferito che il grande musicista viennese ascoltando Paganini disse: “Nell’Adagio ho sentito cantare un angelo”. Forse proprio il cantabile costituisce il massimo virtuosismo nella musica di Paganini.

A dispetto della sua giovane età, Ilya Gringolts può già vantare una straordinaria esperienza in campo musicale di ben quindici anni di successi. Dopo aver studiato violino e composizione a San Pietroburgo, Ilya Gringolts ha frequentato la Juilliard School dove ha avuto come insegnante Itzhak Perlman. In qualità di solista si concentra particolarmente sull’interpretazione di opere contemporanee tra cui Peter Maxwell Davies, Augusta Read Thomas, Christophe Bertrand e Michael Jarrell. Nel 1998 ha vinto a Genova il “Premio Paganini” e nel 2006 un Gramophone Award.

Si e esibito con la Bamberg Symphony, la Filarmonica di Copenaghen, l’Orchestra Sinfonica della BBC, la Mahler Chamber Orchestra, l’Orchestra Filarmonica Israeliana, la Chicago Symphony Orchestra, la London Philharmonic e l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo. Ilya Gringolts suona uno Stradivari degli anni 1718-1720. Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here