Sequestro Calevo, confermati 30 anni per la “mente” dei banditi

1
CONDIVIDI
La liberazione del giovane imprenditore spezzino Andrea Calevo
La liberazione del giovane imprenditore spezzino Andrea Calevo
La liberazione del giovane imprenditore spezzino Andrea Calevo

GENOVA. 14 GIU. La Corte d’assise d’appello di Genova oggi ha condannato a 30 anni di reclusione Pierluigi Destri, ritenuto la “mente” che aveva organizzato il rapimento del giovane imprenditore spezzino Andrea Calevo. I magistrati hanno quindi confermato la sentenza di primo grado.

Il sequestro era avvenuto nella villa di Lerici il 16 dicembre 2012. Calevo era stato segregato in una stanza di una villetta di Sarzana ed era stato liberato con un blitz interforze la mattina del 31 dicembre 2012..

I giudici genovesi hanno invece assolto Carlo Salvatore Antola, che era imputato di favoreggiamento personale e in primo grado era stato condannato a 4 anni di reclusione.

 

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO