Senegalesi perfetti abusivi, sequestrati macchinari e capi contraffatti

2
CONDIVIDI
Uno dei negozi del centro storico utilizzati dagli abusivi per ritirare la merce e rivenderla in strada
Uno dei negozi del centro storico utilizzati dagli abusivi per ritirare la merce e rivenderla in strada
Uno dei negozi del centro storico utilizzati dagli abusivi per ritirare la merce e rivenderla in strada

GENOVA. 19 MAR. Lo scorso  pomeriggio, nel corso di un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale nell’area del centro storico-Porto Antico, i carabinieri della Maddalena e del battaglione Vittorio Veneto hanno fermato e deferito in stato di libertà per “ricettazione, introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi, contraffazione, alterazione e/o uso di marchi e/o segni falsi”  due cittadini senegalesi, entrambi 35enni e  con pregiudizi di polizia, domiciliati in via di Sottoripa.

Gli immigrati sono stati trovati in possesso, nella loro abitazione, di 180 capi di abbigliamento di varia tipologia con marchi contraffatti, di  4850 targhette ed etichette di vari marchi e di 60 accessori e parti di macchine da cucire.

Il materiale e l’attrezzatura del perfetto abusivo sono stati sequestrati.

2 COMMENTI

  1. Se i produttori fossero seri…chiederebbero della vera galera a chi vende falsi. Forse gli conviene…cosi gli originali rimangono alti i prezzi. Anche se qualche negozio….vende falsi per veri…..

  2. Se i produttori fossero seri…chiederebbero della vera galera a chi vende falsi. Forse gli conviene…cosi gli originali rimangono alti i prezzi. Anche se qualche negozio….vende falsi per veri…..

LASCIA UN COMMENTO