Selex Es, sciopero di protesta alla nuova strategia aziendale

0
CONDIVIDI
Personale Selex in sciopero
Personale Selex in sciopero
Personale Selex in sciopero

GENOVA. 26 NOV. I metalmeccanici della Cgil protestano con due ore di sciopero davanti alla sede e nelle strade limitrofe della Selex Es. Dal primo gennaio 2016 da società genovese diventerà una delle divisioni della nuova ‘One company’ voluta dall’ad Mauro Moretti.

Centinaia di lavoratori hanno presidiato i cancelli dell’azienda di elettronica che tra poco più di un mese dando poi vita a un corteo con blocco della rotonda di Sestri Ponente. Conglobare in un’unica società, la genovese Selex, Alenia, Agusta, Wass e Oto Melara hanno lo scopo di razionalizzare il gruppo, ma la riorganizzazione non fornisce sufficienti garanzie per i dipendenti.

La fusione di tante società che progettano e costruiscono molti prodotti simili hanno il difetto di produrre “doppioni” e questo vuol dire che molti dipendenti andranno a casa con la mobilita o la cassa integrazione. Così mentre a Roma procede il tavolo della trattativa sul nuovo contratto unico che sarà applicato in tutte le aziende, vanno parallelamente avanti le proteste.

 

«A un mese dalla nuova società ancora non ci è stato spiegato quale sarà il futuro di Selex – spiega Enzo Russo, Fiom Cgil Genova – e alla richiesta della Fiom di approfondimenti circa gli esuberi che saranno effettuati per evitare sovrapposizioni a cominciare dai reparti commerciali. Abbiamo chiesto che fossero garantite soluzioni non traumatica e Finmeccanica ha risposto che non può fornire questo tipo di garanzie». ABov

LASCIA UN COMMENTO