Sel sulla Margonara: amareggiati per la sentenza

0
CONDIVIDI
lo scoglio della Margonara, la Madonnetta
lo scoglio della Margonara, la Madonnetta
lo scoglio della Margonara, la Madonnetta

SAVONA. 1 OTT. La sentenza del Consiglio di Stato sul porto turistico della Margonara ha sorpreso molte persone. Sel Savona, anche se considera le sentenze, un atto da rispettare, rimane contrario alla realizzazione del progetto, e si ad uno sviluppo ed una riqualificazione adeguata del fronte mare in rispetto all’ambiente e ad una vocazione turistica adeguata.

“Non possiamo nascondere la nostra sorpresa e la nostra amarezza nell’apprendere la sentenza del Consiglio di Stato che riapre la discussione in merito alla costruzione di un insediamento turistico alla Margonara. Pur nel doveroso rispetto di una sentenza non possiamo che ribadire la nostra posizione in merito – spiegano Valtero Sparso, coordinatore provinciale, e Marino Marciano, coordinatore del circolo Vallerino – Sel Savona era, è e sarà sempre contraria a qualsiasi speculazione che veda la distruzione di importanti porzioni di litorale, oggi liberi da costruzioni e cemento. Lo sviluppo turistico di un territorio non può essere realizzato distruggendo i valori ambientali del territorio stesso. La costruzione di un programma per le amministrative dell’anno prossimo saranno un efficace banco di prova – dichiarano da Sel – e già da ora esprimiamo la nostra contrarietà a qualsiasi progetto invasivo e distruggente del territorio. Quella delicata zona ha bisogno di rilancio e riqualificazione, ma riscoprendo le qualità del litorale e dei fondali e non certo rispolverando progetti che si ritenevano ormai superati. Le sentenze non possono che essere rispettate ma la politica non può abdicare alla sua funzione di pianificazione e guida di uno sviluppo che, per essere veramente tale, non può che essere compatibile con le esigenze di tutela ambientale”.

LASCIA UN COMMENTO