Home Cronaca Cronaca Genova

SCUOLA. IL PREFETTO SPENA ORDINA LA SOSPENSIONE DELLE LEZIONI PER DOMANI IN TUTTA LA PROVINCIA

1
CONDIVIDI

classevuotalnGENOVA 13 OTT. In seguito ad Ordinanza Prefettizia, la rappresentanza del Governo provinciale ha disposto anche per domani, martedi 14, la chiusura delle scuole, per essere più precisi “[…]la sospensione dell’attività educativa e didattica in tutti i servizi per l’infanzia e negli istituti scolastici di ogni ordine e grado […]”.

Studenti e docenti a casa ma gli istituti dovranno essere raggiunti dal personale Ata, bidelleria e segretariato “[…]al solo scopo di permettere il ripristino della piena funzionalità degli stessi”.

Controverso il destino delle Università, sarebbero aperte, come in un primo tempo confermato dal Rettore, anche se l’Ordinanza del Prefetto Spena le cita nell’elenco degli enti didattici chiusi.


Nell’entroterra del genovesato scuole chiuse – nello spirito letterale dell’Ordinanza -, dunque anche nelle località colpite da eventi alluvionali di oggi a Montoggio, Valbrevenna, Casella, Savignone, Serra Riccò, Sant’Olcese, e in Vallestura nei Comuni di Campoligure, Rossiglione e Masone, Mignanego, Campomorone e Ceranesi.

Ecco l’Ordinanza odierna firmata dal Prefetto Fiamma Spena:

“Prot. n. 41338/3/2014 Protezione civile

PREMESSO che la provincia di Genova, nei giorni scorsi, è stata interessata da un violento nubifragio, che ha provocato, tra l’altro, il decesso di una persona e causato l’esondazione di corsi d’acqua producendo danni al patrimonio edilizio, alle attività produttive, alle infrastrutture ed al territorio, nonché pesanti disagi e rilevanti pericoli alla circolazione stradale;

RILEVATO che gli eventi meteorologi avversi sono tuttora in atto e che le previsioni meteo elaborate dalla Regione Liguria mantengono l’allerta a livello 2 fino alle ore 23.59 della giornata odierna;

RITENUTO indispensabile che, fino alla cessazione dello stato di pericolo, al momento non preventivabile, sia assicurata la massima fluidità della circolazione dei mezzi di soccorso e di quelli adibiti al ripristino ed alla messa in sicurezza delle infrastrutture;

RITENUTO necessario agevolare tale prioritaria esigenza limitando il ricorso ai mezzi veicolari privati, conformemente anche alle indicazioni emerse nel corso della riunione del Centro Coordinamento Soccorsi tenutasi in data odierna presso questa sede;

RITENUTO in questa prospettiva opportuno in via cautelare disporre, per il giorno 14 ottobre 2014, la sospensione dell’attività educativa e didattica in tutti i servizi per l’infanzia e negli istituti scolastici di ogni ordine e grado ed in quelli universitari, pur consentendo l’apertura dei relativi edifici e plessi al solo scopo di permettere il ripristino della piena funzionalità degli stessi;

VISTO l’articolo 2 del T.U.L.P.S., approvato con R.D. del 18 giugno 1931, n. 773;
O R D I N A

per i motivi citati in premessa, la sospensione dell’attività educativa e didattica nel giorno 14 ottobre 2014 in tutti i servizi per l’infanzia e negli istituti scolastici di ogni ordine e grado ed in quelli universitari presenti sul territorio provinciale, consentendo l’apertura dei relativi edifici e plessi al solo scopo di permettere il ripristino della piena funzionalità degli stessi.

La presente ordinanza sarà inviata per l’osservanza al Presidente dell’Amministrazione provinciale, ai Sindaci della provincia di Genova, al Rettore dell’Università degli Studi di Genova, al Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, e per la sua massima diffusione ai mass media locali.

Avverso il presente decreto è ammesso ricorso gerarchico al Ministero dell’Interno entro 30 giorni dalla notifica, nonchè ricorso giurisdizionale al T.A.R. Liguria od in alternativa ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, rispettivamente entro 60 o 120 giorni dalla notifica.

Genova, 13 ottobre 2014
IL PREFETTO
F.to Spena”
Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here