Scuola 2.0. Presentato il Progetto Scuola Digitale Liguria da Regione e Miur

0
CONDIVIDI

scuoladigitaleblnGENOVA 16 LUG. Scuola 2.0. Se il pennino e la boccetta d’inchiostro sono solo una nostalgia deamicisiana, anche biro e quaderni cominciano a fare il loro tempo. Uno spazio dedicato alla scuola digitale all’interno del sito giovaniliguria.it per diffondere notizie e supportare la community sul mondo delle istruzioni, la costruzione di un osservatorio del territorio ligure dedicato al patrimonio innovativo del mondo scolastico, la creazione di un digital team composto da esperti di Liguria Digitale per dare sostegno alle scuole e una serie di workshop per concordare un’azione partecipata.

Sono questi gli strumenti che la Regione Liguria, attraverso gli Assessorati alla Formazione e allo Sviluppo Economico, ha messo a disposizione per il progetto scuola digitale. Un progetto che fa parte del piano strategico digitale della Regione e che viene finanziato con i fondi europei Fesr mirati allo sviluppo del digitale sul territorio.cavoilarialn

“L’osservatorio è un progetto pilota – ha spiegato l’Assessore alla Formazione Ilaria Cavo – uno strumento innovativo che permetterà alle scuole di condividere le informazioni e dialogare mentre Regione e Ufficio Scolastico Regionale potranno monitorare quanto viene fatto. Sono, comunque, molti gli strumenti che abbiano messo a disposizione delle scuole“. Scuola digitale, quindi, per gli studenti e i docenti e i dirigenti scolastici che potranno trovare un luogo di confronto sulle nuove tecnologie e sui progetti innovativi per l’insegnamento.

 

“Per noi è importante l’attenzione alla formazione per una didattica digitale – ha spiegato Dino Castiglioni, rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale di Via Assarotti che fa capo al Miur – che permetterà di investire anche sulla formazione del personale. Noi siamo, infatti, una delle tre regioni che da settembre sperimenteranno un protocollo con Microsoft rivolto ai dirigenti scolastici che si andrà a integrare a queste iniziative presentate”

Marcello Di Meglio.

LASCIA UN COMMENTO