Scontri dopo derby, Daspo a 11 ultrà Samp e uno del Genoa

0
CONDIVIDI
Scontri fra ultras violenti dopo il derby della Lanterna: daspo per 11 della Samp e uno del Genoa

GENOVA. 10 SET. Dodici ultrà risultano indagati, a vario titolo, per danneggiamento e porto abusivo di armi. Per tutti, è stata comminata la sanzione del Daspo.  Undici sono della Sampdoria e uno del Genoa.

I fatti si riferiscono agli scontri avvenuti dopo il derby giocato al Ferraris lo scorso 8 maggio e vinto dai rossoblù tre a zero. I divieti di partecipare alle manifestazioni sportive sono stati recapitati agli ultrà nei giorni scorsi e vanno da un minimo di 3 anni a un massimo di 8.

Contestualmente, il pm Francesco Cardona Albini ha indagato i 12 per violazioni della legge sugli stadi, porto abusivo di armi e danneggiamento. I violenti sono stati identificati attraverso le immagini delle telecamere di sorveglianza.

 

Gli ultrà della Samp farebbero quasi tutti parte del gruppo Cucchiaroni. Inoltre, secondo la Digos genovese, lo scontro sarebbe stato programmato. Dopo l’allontanamento delle forze dell’ ordine dall’area dello stadio per fine servizio, si erano affrontate sul piazzale di Marassi circa 200 persone. A fronteggiarli c’erano solo pochi agenti e carabinieri rimasti in zona. Durante la guerriglia erano rimasti feriti un carabiniere e un poliziotto. Era stato arrestato un ultrà della Samp.

LASCIA UN COMMENTO