Home Cronaca Cronaca Genova

SCANDALO SLOT-MACHINES E FISCO. NOTA-DENUNCIA CON NUOVE PROVE DEL “COMITATO98MILIARDI”

0
CONDIVIDI
slot machine

GENOVA 7 NOV. Riceviamo e pubblichiamo nota-denuncia con nuove prove del “Comitato98miliardi”, il cui portavoce è il genovese Vincenzo Matteucci, che da anni si impegna nella diffusione di dati e documenti circostanziati sullo scandalo dei 98 miliardi di Euro dovuti all’Erario dalle società che gestiscono le slot-machines in Italia e che non sono mai stati versati. (m.d.m.).

“Da tempo sosteniamo che nel 2008 il Parlamento ha “aiutato-favorito” dieci società delle slot-machines a non pagare 98 miliardi di Euro relativi all’accertamento fatto dalla Guardia di Finanza, su richiesta della Corte dei Conti.

L’accertamento ha riguardato “[…]la mancata connessione di una enorme mole di slot-machines con il sistema dell’Anagrafe Tributaria che doveva garantire la regolarità del Gioco e assicurare la corresponsione del prelievo fiscale previsto in misura proporzionale alle attività svolte dagli apparati di intrattenimento” (dall’intervista dell’ ex-Generale delle Fiamme Gialle Umberto Rapetto, artefice dell’accertamento, riportata qui a seguire).


Ecco le “prove” di questo “aiuto-favoreggiamento”:

1°) Il 14/05/2008, “Il Secolo XIX” ha pubblicato un articolo, firmato da Marco Menduni e Ferruccio Sansa, dal titolo “Colpo di spugna per i novanta miliardi”, che inizia con queste parole :

“Silenzio generale. L’accordo è stato siglato, ma nessuno se ne è accorto” (e prosegue):

“Monopoli e società concessionarie firmano la nuova convenzione che riduce drasticamente le penali – La novità potrebbe essere  applicata al passato azzerando il debito. E il responsabile di “Atlantis” (una delle società in oggetto, n.d.r.) viene eletto alla Camera”.

Interessantissima è la parte finale dell’articolo che invitiamo a leggere attentamente al link http://www.mil2002.org/battaglie/slot/080514is_2.pdf

2°) Tutto questo è stato confermato dalla Azienda dei Monopoli che, in risposta  ad una nostra richiesta di fornirci copia di questa “nuova convenzione”, ci ha risposto il 19/12/2012 che non avevamo diritto ad avere copia di tale documento  ma, ha anche scritto che “[…]l’Atto aggiuntivo sottoscritto dall’Amministrazione con le società concessionarie nell’anno 2008” è stato fatto “[…]nel rispetto delle direttive parlamentari”.

Tutto questo conferma quello che ha dichiarato l’ex-generale Umberto Rapetto artefice dell’accertamento di 98 miliardi, in un’intervista ad “Avvenire” del 22/11/2012, “Per la prima volta nella storia il creditore, lo Stato, ha fatto di tutto per ridurre il credito da riscuotere”.

I Cittadini, l’Opinione pubblica, hanno il diritto di sapere perchè il passato Parlamento ha voluto, nel 2008, aiutare-favorire dieci società concessionarie delle slot-machines con “direttive parlamentari” che hanno retroattivamente “annullato” l’accertamento di 98 miliardi e perché l’attuale Parlamento non emette, a sua volta, “direttive parlamentari” che retroattivamente vadano ad annullare quanto fatto nel 2008, consentendo così alla Corte dei Conti di potere applicare l’accertamento di 98 miliardi di Euro!!!”

“Comitato98miliardi”

Informazioni su tutto e di più sul sito www.comitato98miliardi.altervista.org 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here