Sbarcano in Italia e comprano documenti falsi: presi dalla Polfer

7
CONDIVIDI
la protesta dei No Borders nei giorni scorsi a Principe: Polfer controlla e denuncia una decina di etiopi con i documenti contraffatti
la protesta dei No Borders nei giorni scorsi a Principe: Polfer controlla e denuncia una decina di etiopi con i documenti contraffatti
la protesta dei No Borders nei giorni scorsi a Principe: Polfer controlla e denuncia una decina di etiopi con i documenti contraffatti

GENOVA. 23 LUG. Sbarcati da poco in Italia, non si sa quanto abbiano sborsato per i documenti falsi.

La Polfer di Genova oggi ha denunciato una decina di migranti furbetti, in prevalenza etiopi, scoperti in stazione con carte di identità taroccate.

I poliziotti avevano controllato gli immigrati e, già da un primo esame visivo, si sono accorti che i documenti erano contraffatti.

 

Gli investigatori stanno indagando per risalire agli autori del falso e ai venditori dei documenti taroccati, che sarebbero stati spacciati da una banda di malviventi come validi per l’espatrio in Francia ed altri paesi UE.

Intanto, nonostante le proteste dei No Borders, alle stazioni di Genova Principe e di Brignole prosegue il controllo per arginare il flusso di immigrati irregolari, che transitano nella nostra città con destinazione Ventimiglia e il confine di Stato.

 

7 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO