SAVONESI ALLA MOSTRA DI LOMBARD A MARSIGLIA

0
CONDIVIDI
La luce del Midi protagonista delle tele di Lombard
La luce del Midi protagonista delle tele di Lombard
La luce del Midi protagonista delle tele di Lombard

MARSIGLIA. 26 GIUG. Un gruppo di appassionati d’arte del Ponente savonese, guidato dal giornalista e critico d’arte Adalberto Guzzinati, ha visitato una interessante mostra d’arte a Marsiglia. Il prestigioso museo marsigliese “Regards de Provence” infatti ha celebrato Alfred Lombard, (1884-1973), una delle figure più interessanti dell’ arte provenzale del Novecento. La mostra a lui dedicata, in rue Vaudoyer, proseguirà fino al 23 agosto. Famoso soprattutto come paesaggista Lombard è conosciuto in particolare per le opere che ha dedicato alla descrizione delle bellezze della Costa Azzurra e dei suoi luoghi più suggestivi. Scene di vita quotidiana, di strada, scorci, personaggi, mercati, negozi, attraverso colori acidi, per afferrare le molteplici vibrazioni dalla luce. Dopo una formazione classica, nel primo decennio del Novecento, iniziò a realizzare le opere che lo renderanno famoso. Affascinato da Matisse cercò di sviluppare un uso forte del colore insieme ad un tratto potente. “ L’intento della mostra- dicono gli organizzatori- è quello di illustrare la potenza del lavoro di Lombard, gli effetti di materiali, l’esaltazione del colore puro, la sua conoscenza della composizione, la semplicità della forma e l’evoluzione verso una certa astrazione. I temi della donna, il ritratto e il nudo sono frequenti nelle composizioni espressive di Lombard. Egli rivela i suoi modelli nella loro intimità con grazia e moderazione, senza trucco modesto. L’ uso di colori chiari e vivaci esaltano i modelli: il volto, il corpo, conferendo loro una certa monumentalità venato di eleganza”. Una delle caratteristiche molto apprezzate dagli estimatori di Lombard è quello di aver saputo catturare la luce mediterranea della Costa Azuurra. “ E’ un artista- dice Armando d’Amaro, noto gallerista e collezionista genovese- che osserva ed ama la Luce del Midi, se ne appropria ed eternamente la fissa nelle sue deliziose creazioni. La restituisce con tocchi sapienti che mescolano tradizione ( classica e monumentale) ed innovazione ( colore e spazi) e che ci donano a distanza di tanti anni ambienti, personaggi e paesaggi che sono arricchiti da un uso sapiente del colore puro”. Il Museo marsigliese oltre alla bella retrospettiva dedicata a Lombard conserva in permanenza importanti collezioni ed opere di notevoli paesaggisti francesi dal 1850 ad oggi. Molti di questi furono convinti sostenitori della bellezza del dipingere “ en plein air”. Fra questi Blanche, Bioulès, Camoin, Chabaud, Crémieux, Courdouan, Friesz, Guigou, Loubon, Lhote, Ponson, Seyssaud e Valtat. Per avere maggiori informazioni sulle mostre e sul museo è possibile consultare il sito internet museeregardsdeprovence.com oppure digitare su Facebook Musèe Regards de provence.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO