Savona-Teramo, Riolfo “Partita dal Sapore Particolare”

0
CONDIVIDI
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio

SAVONA 5 FEB.  Savona-Teramo: match dal sapore particolare. E’ questo il leit-motiv in sala stampa, nella conferenza stampa prepartita. La società biancoblù ha anche varato l’iniziativa di ridurre il prezzo dei biglietti per avere il massimo sostegno dei suoi tifosi.

Mister Riolfo ricorda ancora la sfida dello scorso maggio, che ha fatto vivere un’ estate da incubo ai colori biancoblù, con la società, il suo presidente e i giocatori alla fine dichiarati completamente innocenti, ma con sei punti di penalizzazione da scontare in classifica. “Per quella partita ci abbiamo lasciato la pelle e mi brucia ancora tantissimo – dice -. Quando sei pulito e vieni tirato in ballo per cose che non ti appartengono, la rabbia è massima. Anche per questo abbiamo grandissime motivazioni”.

Poi guarda subito al futuro. “Il Teramo sta ottenendo da due anni grossi risultati – continua -. Hanno avuto lo stesso contraccolpo psicologico nostro, derivante dalla penalizzazione di partenza e dalle tante partite ravvicinate che hanno dovuto anche loro giocare, avendo iniziato in ritardo il torneo. Ma hanno un organico forte, ulteriormente migliorato col mercato di gennaio. Vengono da quattro risultati utili consecutivi e hanno traguardi ambiziosi. Noi però cercheremo di vincere, cavalcando gli ultimi risultati per ottenerne altri”.

 

“A quest’ ultimo proposito – spiega poi il mister – non è vero che il Savona è cambiato grazie ai nuovi acquisti. Abbiamo ottenuto risultati importanti anche col Prato, praticamente senza nuovi giocatori e a Pontedera con solo alcuni dei nuovi inserimenti. La realtà è che i vecchi si sono rinfrancati quando sono arrivati altri elementi a dare aiuto, quando hanno visto che la volontà della società era rimettere le cose a posto e che c’era un futuro, ma hanno sempre lavorato al meglio delle loro possibilità, mettendosi a completa disposizione anche quando le cose andavano un po’ meno bene di adesso”.

Infine uno sguardo alla formazione. “Carta e Lebran non ci saranno – chiude -, ma qualunque emergenza va affrontata col piglio giusto per fare lo stesso bene”

LASCIA UN COMMENTO