Home Cultura Cultura Savona

A SAVONA UN OMAGGIO AL PITTORE-ILLUSTRATORE GIGI CALDANZANO

0
CONDIVIDI

11SAVONA 28 OTT. L’associazione culturale Aiolfi ha deciso, per il mese di novembre 2013, di rendere omaggio al pittore e illustratore Luigi (Gigi) Caldanzano, esponendone le opere nelle vetrine d’artista della Cassa di Risparmio di Savona di Corso Italia. L’inaugurazione della vetrina si terrà mercoledì 30 ottobre alle 10.
Figlio d’arte, nato a Genova nel 1921 è scomparso a Ceriale nel 2008 lasciando davvero un gran vuoto nel mondo culturale non solo savonese. Quel suo tratto di uomo di una volta, faceva da contrasto alla sua verve, amava la musica, il teatro, la lettura. Lui maestro elementare che molto giovane aveva aderito al secondo futurismo frequentando Marinetti, Farfa, Acquaviva, Tullio d’Albisola e, poi, dopo la seconda guerra mondiale, il gruppo del “Cavallino Rosso” (sul quale molto è ancora da scoprire) con gli amici Bonilauri, Cabiati, Pollero ed il critico F. Dante Tiglio. Nel 1984 ho organizzato ed allestito la sua mostra antologica (con testi di Raffaele De Grada e Silvia Bottaro), poi nel 2004 l’Associazione “Aiolfi”, a cui era associato, gli ha conferito il “Premio Aiolfi” per la sua cristallina attività d’artista così legato a Savona, alla tradizione, ai personaggi tipici. In queste Vetrine 2013 lo vogliamo ricordare, infatti, illustratore raffinato, incisivo, poetico del volume di G. Gavotti ”Cucina e vini di Liguria”, 1973, editore Sabatelli di Savona, con riferimento ai piatti, ai vini tipici della Liguria. Come ha scritto Mario De Micheli, Gigi Caldanzano è stato un “osservatore della vita” con umore scherzoso ma, anche, malinconico. In questa serie di illustrazioni emerge la massaia che pesta l’aglio “virile” nel mortaio di marmo, o i vecchi pescatori mentre giocano a carte bevendo un bicchiere di vino, o la donna che taglia la torta di farina di ceci (la torta de seixao). Le sue illustrazioni dedicate al poeta Beppin da Cà (Giuseppe Cava) sono impareggiabili ed il ricordo corre a “Macchiette e osterie della vecchia Savona”. Questa Associazione vorrebbe riuscire ad organizzare una grande mostra culturale antologica a Lui dedicata, speriamo che il Comune di Savona e la Regione Liguria ci possano aiutare in ciò e, quindi, questo “omaggio” è da intendersi come una prima piccola “finestra” su ciò che vorremmo fare nel 2014/2015 per ricordalo al meglio come pittore, ceramista, illustratore.
Illustrazione:
Luigi (Gigi) Caldanzano, Il pesto, 1973, opera grafica, es. 46/100, cm. 50×35, dalla cartella “Caldanzano”, 10 disegni per illustrare il volume di G. Gavotti, “Cucina e vini di Liguria”, Sabatelli editore, Savona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here