Savona e discriminazione disabili, Gozzi (Pd) si dimette dagli incarichi

2
CONDIVIDI
Il funzionario del Pd Guido Alessandro Gozzi con l'ex segretario nazionale del Pd Piero Fassino
Il funzionario del Pd Guido Alessandro Gozzi con l'ex segretario nazionale del Pd Piero Fassino
Il funzionario del Pd Guido Alessandro Gozzi con l’ex segretario nazionale del Pd Piero Fassino

SAVONA. 13 APR. Caso Guido Alessandro Gozzi, il funzionario del Pd torinese e responsabile della Sanità, che l’altro giorno aveva offeso i disabili, commentando la foto della lista in corsa alle prossime elezioni amministrative “Noi per Savona”.

Sul web si erano indignati in molti. Ieri Gozzi si è scusato e oggi si è dimesso, inviando una missiva al segretario del circolo torinese Pd8 e pubblicando l’annuncio su Facebook. Ecco il testo.

“A seguito dello spiacevolissimo e sgradevolissimo infortunio che mi ha visto coinvolto in questi ultimi 2 giorni, dei sacrosanti rimproveri alla mia riprovevole uscita verbale e delle pessime strumentalizzazioni politiche che ne sono nate, creando danno prima di tutto al nostro Partito, condivido con te quanto segue:
Sono figlio di un medico che ha dedicato la vita professionale ad aiutare disabili e malati mentali.
Mia madre è stata per anni crocerossina volontaria dedicandosi ai più deboli.
Io da universitario ho fatto ore e ore di volontariato presso la comunità Arco fondata tra gli altri da mio padre.
Lavoro da sempre nel mondo medico scientifico e sanitario comprendendo e vivendo appieno la fatica e l’impegno che caratterizza la vita di certi pazienti con disabilità.
Spero che nessuno dei miei compagni di partito possa credere davvero che io sia uno che insulta i disabili in quanto tali.
Spero che nessuno dei miei compagni di partito possa credere che io sia una persona cosi cattiva.
In una accesa conversazione politica con una persona amica da 25 anni, prima telefonica e poi su Facebook, dimenticandomi che ero su un social network e comunque sapendo che non avrei dovuto farlo neanche in privato, ho espresso una orribile battuta mal riuscita verso un candidato di una lista avversaria al pd di cui mi sono scusato pubblicamente e di cui mi scuso di nuovo adesso. Tale frase è stata estrapolata dal contesto, messa vicino ad una mia foto e inviata ai giornali.
Detto questo per amor di cronaca e verità, mi rendo conto di aver offeso la sensibilità di tanti compagni e amici e di aver messo in gravissimo imbarazzo il mio partito e il mio circolo di cui mi onoro di essere Presidente.
Pertanto non volendo questo, vengo a mettere nelle tue mani le mie dimissioni irrevocabili da Presidente del PD8 e del suo Direttivo e da componente della segreteria del Circolo.
Certo che saprai comunicare al meglio agli iscritti questa mia decisione, ti ringrazio per l’attenzione e mi rimetto a tua disposizione come semplice militante. Guido Alessandro Gozzi”.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO