Savona Calcio, La Replica della Società alla nuova penalizzazione

0
CONDIVIDI
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio
Lo Stemma del Savona Calcio

SAVONA 6 NOV. Hanno fatto raffreddare gli animi per non farsi trasportare dall’emotività. Quelli del Savona hanno ora deciso di parlare, dopo l’ennesima penalità inflitta alla società ligure.

” Ieri è arrivata la penalizzazione di cinque punti in classifica da scontarsi nel presente campionato di Lega Pro. Una sanzione che va ad aggiungersi a quella comminata per i fatti di Savona-Teramo, situazione allucinante nella quale la società è stata, suo malgrado, coinvolta e per la quale, è bene ricordarlo, il Savona Fbc e il suo Presidente sono stati completamente prosciolti ed attendono ora fiduciosi il responso della Corte d’ Appello in ordine alle circostanze aggravanti che hanno portato ai 6 punti di penalità, che dovrebbe portare alla restituzione di punti in classifica.

La penalità di 5 punti è una decisione purtroppo in parte attesa. Relativa a stipendi e contributi pagati in ritardo e relativi alle mensilità di marzo e aprile 2015, nonché al ritardo a giugno nella presentazione della fideiussione per l’iscrizione al campionato. Dispiace alla società che se ne assume tutte le responsabilità, questo è ovvio. Dispiace per la squadra, che costruita con raziocinio e acume tecnico, privilegiando i giovani, molti di proprietà, anche provenienti dal vivaio biancoblù, sta dimostrando tutto il suo valore nel difficile ed equilibrato torneo di Lega Pro. Dispiace per i tifosi, che legittimamente aspirano a vedere il Savona Fbc nei professionisti, a lottare per traguardi prestigiosi e con avversari di grande blasone, come il Pisa di domenica ad esempio.

 

Ma in quale situazione si sono verificati i ritardi nei pagamenti? La scorsa settimana l’ assemblea dei soci ha approvato il bilancio al 30 giugno 2015, chiuso con un passivo pesante. Dovuto non tanto ai costi, in linea con quelli dell’ esercizio precedente, quanto piuttosto a causa della contrazione dei ricavi, risultati 650.000 euro in meno rispetto alla stagione 2013/2014. L’ assemblea dei soci ha varato la ricapitalizzazione per dare continuità all’azienda e continuare a credere nel progetto calcio. Perché sarebbe stato troppo facile, in questi mesi, gettare la spugna. E’ molto più difficile e stimolante fare tesoro dei propri errori e rilanciare il pallino in avanti, provare a costruire qualcosa di positivo e continuare a portare il nome di Savona in giro per l’ Italia, fra le massime realtà calcistiche nazionali. Rafforzare la compagine dirigenziale, colmare lacune anche nel Consiglio di Amministrazione e in ruoli chiave della società.

Per questo tutto il Savona Fbc è al lavoro. Ed è bello leggere di comunità di intenti, di Savona bene comune e quant’altro. L’importante è che alle parole facciano seguito i fatti. Passata un’estate allucinante la società sta cercando, come sempre, di fare fatti e non parole. Ma per questo c’è bisogno – vero – dell’aiuto concreto di tutti. Società, squadra, città con le istituzioni politiche, commerciali e imprenditoriali, tifosi sempre più presenti allo stadio, davvero uniti per un progetto vincente e duraturo”.

LASCIA UN COMMENTO