Home Sport Sport Savona

SAVONA CALCIO, CORDA SODDISFATTO “CLASSIFICA FANTASTICA MA PIEDI PER TERRA”

0
CONDIVIDI

corda_ninniSAVONA 28 OTT. Commenti unanimi nel dopopartita. Grande Savona in una delle più  belle sfide viste al “Bacigalupo” negli ultimi anni.

Arriva mister Corda, che evita qualunque commento sull’arbitraggio.

“Lo sapete, dopo Pavia ho deciso di non dire più nulla sui direttori di gara. Abbiamo fatto una grande partita, contro una grande squadra. Molto bene i primi 20′, giocati con grande intensità, poi ci siamo innervositi subito dopo il loro pareggio, ma alla lunga abbiamo sfruttato la superiorità numerica e abbiamo meritato la vittoria”.


Quale la mossa decisiva? Forse allargare Cesarini sulla fascia?

“Avevo chiesto giocare sugli esterni. Cesarini ha fatto un’ ottima partita e con Virdis forma una coppia di assoluto valore. Ma oggi anche Sarao ha fatto bene e tutti si sono espressi su ottimi livelli. Il problema era che noi vogliamo avere sempre ventidue giocatori pronti fino all’ultimo per giocarsi il posto da titolare, in questa circostanza invece ci mancavano giocatori negli stessi ruoli e le scelte erano obbligate. Le risposte della squadra, però, sono state ottime”.

La classifica diventa sempre più interesante…

“E’ una classifica da sogno. Ma dobbiamo restare coi piedi ben piantati per terra perchè non abbiamo fatto assolutamente nulla. Già domenica ci aspetta una difficilissima trasferta a Carrara. Anche i tifosi è importante che continuino a sostenere la squadra come hanno fatto oggi, venendo allo stadio anche col freddo…”.

Arriva il match winner, Alessandro Cesarini

“Questo gol è stata un’emozione fortissima. Sono contentissimo perchè ho trovato un ottimo gruppo e tutti mi hanno accolto subito bene, facendomi sentire importante. Virdis? Un campione, cerchiamo costantemente in settimana di migliorare l’ntesa. Lavoriamo con metodi che mai avevo conosciuto finora, ma che stanno dando grandi risultati”.

Chiusura con una dedica particolare…

“Questo gol è tutto per la mia fidanzata Erica. Abbiamo deciso di sposarci a giugno e lo voglio dedicare tutto a lei”.

Chiusura con capitan Quintavalla. Grande come centrale di difesa e capace a pochi minuti dalla fine anche di andar via in contropiede dopo aver anticipato un avversario. “Ma se perdevo il pallone, il mister mi crocifiggeva”, dice subito sorridendo. Poi un’analisi del match. “Da metà campo in sù è stata la miglior partita stagionale e dietro abbiamo cercato di limitare un grandissimo attaccante come Ruopolo”.

“Abbiamo avuto poi un ottimo approccio alla gara – continua – e abbiamo meritato i tre punti, venendo fuori nel finale”.

“E’ stata una settimana magica – chiude -. Oggi abbiamo vinto, ma prima è nata mia figlia. Anzi, fatemi subito andare da lei…”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here