Home Spettacolo Spettacolo Imperia

SANREMO 2014. LAETITIA CASTA, RAFFAELLA CARRA’ E CAT STEVENS

1
CONDIVIDI
fazio-casta-festival-2014

fazio-casta-festival-2014carra-litizzetto-sanremo-20IMPERIA. 19 FEB. Proseguita sotto il segno dello spettacolo la prima serata del Festival di Sanremo edizione 2014.
Dapprima la bellezza è apparsa con Laetitia Casta che torna al festival in splendida forma ed da accolta da Luciana Littizzetto con la inevitabile ironia.

Poi è apparso, Fabio Fazio, vestito da esistenzialista francese che si è avventurato in “Ne me quitte pas”. La Casta, ha sottolineato l’eccessiva malinconia della canzone interpretata da Fazio, ha ben risposto con una versione di “Meraviglioso”.

Dal canto suo Fazio ha riproposto con “Le foglie morte” ma si è trovato a cantarla per Luciana Littizzetto che senza mezzi termini ha detto: “tanto non te la da”; Fazio ha continuato con le “Foglie morte” ma il clima è passato dall’esistenzialismo all’avanspettacolo con la canzone “Ma ‘ndo vai” cantata da Laetitia Casta con un corpo di ballerini in omaggio a Monica Vitti mentre glitter colorati coprivano il palco.


Sul palco è intervenuta Raffaella Carrà che durante il suo lungo intervento ha rivolto un appello al governo indiano “perché lascino che i due Marò vengano processati in Italia e fatti tornare a casa.
Poi si prende il festival con la sua vitalità. Con il suo nuovo look dance e il nuovo repertorio è arrivata all’Ariston per festeggiare i 60 anni della Rai.

Ospite d’onore “Yusuf” Cat Stevens che è arrivato all’Ariston con l’aria disinvolta e ha cantato “Road Singer”, in cui ha citato i Beatles di “All You Need Is Love”, si è concesso a un’intervista con Fabio Fazio in cui ha parlato di religione e di pace e poi, in un clima di grande emozione, ha cantato la canzone che lo ha parlato nella storia: “Father and Son”. E l’Ariston gli ha tributato una standing ovation.

Infine Luciana Littizzetto ha reso omaggio a Freak Antoni, leader carismatico degli Skiantos mancato qualche giorno fa.

Mentre l’orchestra suonava “Mi piaccion le sbarbine”, la Littizzetto ha citato alcuni degli aforismi più celebri, da “la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo” a “quando si tocca il fondo comincio a scavare”.

cat-stevens-sanremo-2014

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here