Sanità, disco verde al modello padano

0
CONDIVIDI
san-martino-pronto-barelle
san-martino-pronto-barelle
Sanità e modello Lombardia, Maroni venerdì da Viale e poi al Gaslini

GENOVA.18 NOV. Viale incontra Maroni venerdì mattina a De Ferrari per la prima commissione bilaterale Liguria-Lombardia sulla sanità. Il modello lombardo in Liguria prende il via da Genova con l’Asl3 e sarà esteso alle altre aziende della regione nei prossimi mesi. Nel pomeriggio il presidente lumbard e la vicepresidente ligure, entrambi assessori regionali alla Sanità, si recheranno all’ospedale Gaslini per festeggiare la Giornata mondiale del fanciullo.

Oggi Sonia Viale, insieme al governatore Giovanni Toti e al commissario straordinario dell’Asl 3 genovese Luciano Grasso,ha presentato le iniziative che hanno fatto da apripista al modello della Lombardia. Nei prossimi giorni la Regione metterà a punto anche un libro bianco con le direttive per gli operatori sanitari e medici di famiglia: “Tempi brevi per le visite, eccellenze da valorizzare e soprattutto un sistema sanitario vicino alla gente”.

“Dobbiamo ridurre – dice Toti – i tempi delle liste d’attesa. Oggi ci sono i primi risultati, mi auguro che per il 2016 la riduzione consenta di raggiungere livelli più che accettabili per tutti gli utenti”.

 

Il “recall” dei pazienti per ricordare l’appuntamento, avviato dal 12 ottobre scorso, ha permesso di  recuperare 305 prestazioni. Il numero verde 800185055 ha raccolto centinaia di segnalazioni per servizi o attese inadeguate. L’apertura degli ambulatori al sabato ha riscosso successo.

Oggi in Regione Viale e Grasso hanno anche annunciato che dal primo dicembre prenderà il via il progetto “Ambulatorio itinerante”. Si tratta di un’ambulanza laboratorio, con medici a bordo, che verrà dislocata in quei comuni della riviera sprovvisti di ambulatori: Uscio, Avegno, Pieve Ligure. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO