Sampierdarena e la debole ruspa di Doria: ora nomadi in campeggio

5
CONDIVIDI
La ruspa usata dal Comune per sgomberare i nomadi abusivi e gli sbandati dell'ex autolavaggio in Lungomare Canepa a Sampierdarena
La ruspa usata dal Comune per sgomberare i nomadi abusivi e gli sbandati dell'ex autolavaggio in Lungomare Canepa a Sampierdarena
La ruspa usata dal Comune per sgomberare i nomadi abusivi e gli sbandati dell’ex autolavaggio in Lungomare Canepa

GENOVA. 1 AGO. “La ruspa di Doria non ha risolto granché. Pertanto, abbiamo chiesto al sindaco di prendere in esame la grave situazione a Sampierdarena affinché la delegazione non sia costantemente simbolo di degrado per la totale assenza di sicurezza e per rendere ai residenti il rispetto e il decoro che meritano,  intervenendo per far sì che quanto si sta verificando cessi in tempi rapidi bandendo ogni azione incivile ed illegale da parte di chi fa di ciò la propria ragione di vita”.

Il capogruppo comunale del Carrocco Alessio Piana, oggi ha presentato una mozione sul caso Lungomare Canepa a Palazzo Tursi che dovrebbe essere discussa domani.

“Il Comune deve intervenire e non può abbassare la guardia perché i magazzini di Lungomare Canepa sono stati, dopo lunghe e annose battaglie, liberati dai nomadi e sbandati e murati in attesa del loro definitivo abbattimento, ma proprio recentemente sono stati oggetto di tentativi di nuove occupazioni, fortunatamente disincentivati probabilmente dalla presenza di agenti della polizia municipale. Inoltre, attualmente la situazione è ancora fuori controllo, tanto che via Antica Fiumara, Via Bombrini, via Pietro Chiesa, Via Lungomare Canepa (adiacenze Municipio) si stanno rapidamente trasformando in una tendopoli in quanto i già risicati parcheggi sono occupati da numerose tende da campeggio. Non è tutto. La grave situazione sta determinando non solo problemi di sicurezza ma anche igienico-sanitari, poiché oltre alla numerosa presenza di topi e piccioni la zona è usata anche da orinatoio”.

 

 

5 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO