Home Cronaca Cronaca Genova

Sampierdarena, danneggiate telecamere: identificati ecuadoriani

54
CONDIVIDI
Telecamera

Proseguono le attività della polizia municipale di Genova nell’ambito della sicurezza e di recupero degli spazi urbani degradati.

Prendendo spunto da diverse segnalazioni riferite alle cattive frequentazioni della zona compresa tra largo Gozzano ed il centro civico Buranello, culminate in ultimo con  un episodio di danneggiamento di una telecamera di sorveglianza ubicata nella zona, nei giorni scorsi è stata effettuata un’operazione coordinata tra gli agenti del secondo distretto e il reparto di polizia giudiziaria, partita con una attività di indagine preliminare che ha confermato la presenza di giovani soliti ad arrecare disturbo o mantenere comportamenti non idonei negli spazi circostanti i vari plessi scolastici presenti nell’area.

L’operazione si è poi svolta in tre fasi distinte. Il 31 ottobre e il 3 novembre gli uomini della municipale hanno identificato 8 minori, soliti passare le giornate nell’area attorno all’istituto scolastico Barabino, individuati per i comportamenti molesti nei confronti degli altri giovani e dei cittadini che vivono o passano nell’area.


Il 7 novembre l’operazione è scattata alle 22, con l’obiettivo di identificare le persone  solite frequentare la zona di largo Gozzano nelle ore serali e accertare l’eventuale sviluppo di attività illegali. Durante l’operazione, estesa anche all’area sottostante il Centro Civico Buranello, sono state identificate 35 persone, tra le quali due minori, ed i restanti  di età compresa tra i diciotto ed i venticinque anni, prevalentemente di nazionalità italiana e sudamericana.

Tra questi tre cittadini sudamericani  sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti del tipo cannabinoidi in una quantità riconducibile ad uso personale. Le sostanze sono state sequestrate e i giovani segnalati  alla Prefettura di Genova. Le persone identificate sono state fotografate per  la comparazione con le immagini degli individui ripresi durante il danneggiamento della telecamera di sorveglianza della zona. Gli elementi raccolti serviranno per identificare i responsabili del danneggiamento.

Le attività di monitoraggio della Polizia Municipale “proseguiranno con nuovi interventi fino alla conclusione della situazione di disagio venutasi a creare nell’area antistante gli istituti scolastici”.

 

54 COMMENTI

  1. e va bene hanno danneggiato delle telecamere non fa niente intanto ci pagano le pensioni sono le nostre risorse quindi possono rompere quello che gli pare così dicono i nostri governanti. Ora capite perché non vogliono la destra al governo perché altrimenti tutta questa spazzatura verrebbe RIMPATRIATA

  2. è proprio vero che siamo in balia di delinquenti , oltre mantenerli si permettono di danneggiare cose e strutture pagate dai genovesi e non sicuramente da loro che non fanno niente si ubriacano schiamazzano giorno e notte,se li hanno identificati fateli pagare i danni ,altrimenti vadino in galera a riflettere i danni che hanno fatto,ste leggere……

Rispondi a Elisa Monsellato Cancella la risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here