Home Sport Sport Genova

SAMP, PALOMBO AMMETTE LE COLPE “NON E’ STATA LA MIGLIORE SAMPDORIA”

0
CONDIVIDI

palombo_sampdGENOVA 24 FEB. Tornato capitano per l’assenza di Gastaldello, Angelo Palombo ha come di consueto preso in mano le chiavi della mediana blucerchiata, uscendo a testa alta dalla sfida contro il Milan. Il commento del mediano in mixed-zone si sofferma però sugli aspetti positivi del pomeriggio marassino, senza accampare scuse per la sconfitta. «Dal punto di vista dell’impegno non possiamo rimproverarci nulla, ma dobbiamo comunque fare mea culpa, perché non siamo stati la migliore Sampdoria – comincia il 17 -. Onore dunque al Milan, noi cercheremo di ripartire dalla prossima. L’arbitraggio? Parlare degli arbitri sarebbe una scusa. E quando un gruppo si crea delle scuse vuol dire che le cose non vanno bene. Noi abbiamo perso meritatamente, senza cercare alibi. E, se vogliamo essere sinceri, forse a livello tecnico abbiamo commesso un po’ troppi errori».

Alle porte c’è ora la sfida col Torino, sfida che vedrà Palombo fermo ai box per squalifica. La fiducia nella forza del gruppo è comunque ampia e Angelo non ha dubbi: chi lo sostituirà, non lo farà rimpiangere. «Come è stato questa volta per Gastaldello e De Silvestri, lo sarà anche la prossima per me – rivela con semplicità -. Mi dispiace, però purtroppo quando si è in diffida si è sempre a rischio. Peccato perché tenevo molto a giocare a Torino, ma ho grande fiducia nei miei compagni e so che possono fare benissimo. Se darò loro consigli? Io ci sono sempre, anche quando gioco, ma noi abbiamo comunque giovani talmente bravi e intelligenti che non ce n’è nemmeno bisogno».

L’ultimo pensiero è poi dedicato all’espulsione di Maxi López, causata dal doppio giallo lampo sventolato dall’arbitro Doveri. «Dispiace perché Maxi era entrato molto bene – conclude il centrocampista -. Sinceramente non ho sentito cosa ha detto: a volte in campo volano anche delle parole, però ci sono dei regolamenti e vanno rispettati. Dopo la partita l’ho visto molto contrariato perché teneva molto a rientrare bene dopo l’infortunio, ma deve stare tranquillo: vorrà dire che si curerà una settimana in più e poi tornerà più forte di prima».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here