Samp-Napoli, Montella “Sarà una Gara Emozionante”

0
CONDIVIDI
Vincenzo Montella tecnico della Samp
Vincenzo Montella tecnico della Samp
Vincenzo Montella tecnico della Samp

GENOVA 24 GEN.  «Sarà una bella partita? Sì, ma mi auguro di no». Cioè, lei vorrebbe che fosse brutta? «Esatto – comincia Vincenzo Montella, ribadendo quanto detto alla stampa nei giorni antecedenti Sampdoria-Napoli -, perché se una gara ha dei canoni estetici brutti significa che la squadra più valida tecnicamente ha trovato delle difficoltà: pochi spazi e poche possibilità di colpire». Ecco cosa ha studiato, dunque, il tecnico blucerchiato: una trappola. Una tagliola per bloccare la corsa della capolista nell’imbuto di Marassi.

In particolare, bisogna pensare a quel cannibale d’area di Higuaín. «Come si ferma un attaccante così? È difficile – annuisce l’Aeroplanino, che qualche problema da numero 9 lo creava -, ma bisogna tagliargli i rifornimenti. Detto questo, il Napoli è una squadra che ha tante soluzioni offensive». Beh, anche il Doria ne ha qualcuna in più di questi tempi: ora ci sono un Correa più maturo e un Ricky Alvarez finalmente targato Samp. «El Tucu è in crescita – conferma -, si sta applicando tanto anche in fase difensiva. Alvarez ora è a disposizione, al pari di Dodô. Considero i nuovi arrivati alla stregua dei compagni. Pronti per una partita intera? Questo non lo so con certezza».

Senza girare troppo il dito nella piaga: ma la sconfitta di Carpi? «Abbiamo sbagliato tante cose – ammette il mister -, ma ho visto una squadra in crescita. Col campo gelato non era facile giocare alla nostra maniera». Il problema del manto lo tirò in ballo Sarri dopo uno 0-0 al “Ferraris”. «Il terreno di Marassi è da Serie A – dice con fermezza -. Sarri è simpatico, ma guarda a caso quella partita non l’aveva vinta. Spero ridica le stesse cose domenica pomeriggio».

 

«Posso dire che la Sampdoria sarà molto presente – si avvia alla conclusione Montella -, perché i ragazzi hanno lavorato bene: sono arrabbiati e vogliosi di fare punti. L’intenzione di tutti è quella di migliorare la classifica». Magari dal mercato una spintarella arriverà in questo senso. «Non parlo di possibili innesti alla vigilia del campionato. Le lusinghe ai nostri? Prima o poi il mercato finisce».

LASCIA UN COMMENTO