Home Sport Sport Genova

SAMP, DELIO ROSSI “VENDI CARA LA PELLE”

0
CONDIVIDI
delio rossi

rossi-delioGENOVA 7 NOV. Non bastavano le nuvole su Bogliasco. No, anche una classifica difficile oggi era il male minore. La lista dei possibili allenatori è finita ieri notte a Corte Lambruschini. Guarda caso con l’ultima lettera dell’alfabeto, la “z” di Zeman. Contatti che sembrano esserci stati in virtù di un’amicizia tra l’entourage blucerchiato e il tecnico boemo. Non il modo migliore per prepare la sfida contro i Viola per il povero Delio Rossi, che si ritrova, incredibilmente, a lottare su più fronti. Da una parte c’è la Fiorentina, dall’altra i fantasmi di un esonero. Insomma, un po’ allenatore, un po’ ghostbusters.

L’unica cosa certa è che il gruppo è rimasto vicino al tecnico. Non esiste uno spogliatoio allo sbando. Tutti fanno cerchio intorno a Delio Rossi e venderanno cara la pelle a Firenze in una partita che appare delicatissima. La difesa è il vero punto interrogativo con Costa e Gastaldello squalificati. Probabile la coppia centrale formata da Regini e  Palombo. Ma il tecnico potrebbe dare una chance anche a Bjarnason, calciatore che fino ad oggi non ha inciso particolarmente.

Intanto da venerdì la squadra si preparerà nella tranquilla Montecatini Terme per un mini ritiro che possa portare un po’ di concentrazione in più. Ormai i calcoli sono finiti servono cuore e coraggio per superare anche i limiti tecnici di una rosa che la società presumibilmente ha sopravvalutato. Il tecnico avrà le sue colpe ma ha tenuto su la baracca forse per troppo tempo. In fondo i blucerchiati non sono ultimi a zero punti. Ora, trovare il capro espiatorio in Delio Rossi sembra una mossa azzardata perché le persone serie che lavorano nel calcio vanno rispettate.  Ma soprattutto in questo caso è la bravura di un allenatore che va rispettata.


Pazienza i continui cambi di moduli e di giocatori dettati dalla pochezza della rosa a disposizione. Pazienza un carattere un po’ spigoloso e poco ruffiano. Ma qui le colpe sono soprattutto di quelli che per non assurmesene forse preferiscono pagare 3 stipendi di 3 allenatori diversi. Ferrara, Delio Rossi e Mister X. Davvero poco come segnale di cambiamento. Aspettando Firenze.

M.Lang

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here