Samp-Bassano, numeri e statistiche: sfida inedita di scena al Ferraris

0
CONDIVIDI
Sampdoria-Milan: le formazioni al Luigi Ferraris
La gestione dello Stadio Luigi Ferraris  passa a Genoa e Sampdoria
La gestione dello Stadio Luigi Ferraris passa a Genoa e Sampdoria

GENOVA 13 AGO. L’agenzia giornalistica leader in Italia nell’archiviazione di numeri e statistiche legati alla storia del calcio nazionale ed internazionale ci fornisce alcune informazioni sulla sfida tra blucerchiati e giallorossi.

I precedenti: sfida inedita. Primo confronto tra Sampdoria e Bassano Virtus in senso assoluto: mai le due squadre si sono incontrate in partite ufficiali.

Le sfide tecniche: Giampaolo k.o. nell’unico incrocio. Marco Giampaolo e Luca D’Angelo sono alla loro seconda sfida tecnica in match ufficiali. Il precedente ha visto l’allenatore del Bassano vincere 1-0 sul collega in Alessandria-Cremonese 1-0, Lega Pro 2014/15, del 1° marzo 2015. La rete fu segnata su rigore da Rantier, oggi militante proprio nel Bassano.

 

Sampdoria, al via la 60° edizione di Coppa Italia. La Sampdoria inizierà domenica 14 agosto il proprio cammino per la 60° volta nella Coppa Italia, vinta per 4 volte (1985, 1988, 1989 e 1994). In totale i blucerchiati hanno giocato 284 partite, con bilancio di 129 vittorie, 72 pareggi ed 83 sconfitte, 427 reti segnate e 312 subite.

Samp a digiuno da 282’ nel finale di stagione 2015/16. La Sampdoria ha chiuso la stagione 2015/16 senza segnare da 282 minuti: l’ultima rete porta la firma di De Silvestri al 78’ di Sampdoria-Lazio 2-1 del 24 aprile scorso, Serie A. Poi si contano i residui 12 minuti di quella gara e le intere contro Palermo (0-2 al “Barbera”), Genoa (0-3 nel derby di ritorno) e Juventus (0-5 allo “Juventus Stadium”).

Il gol blucerchiato in Coppa manca da 212 minuti. Lo ha segnato Gonzalo Bergessio al 58’ di Sampdoria-Brescia 2-0 del 4 dicembre 2014 l’ultimo gol blucerchiato in TIM Cup. Poi si conta un digiuno che dura da 212 minuti, sommando i residui 32 minuti di quella gara e le intere contro Inter (2-0 a Milano, nel 2014/15) e Milan (0-2 a Marassi, nel 2015/16).

Bassano in campo per fare la storia. Il Bassano giocherà al “Ferraris” per la storia: solo una volta, i veneti sono approdati al quarto turno di TIM Cup, nell’edizione 2014/15, quando eliminarono dapprima il Vicenza (1-2 al “Menti”), poi il Livorno (2-4 all’Ardenza), infine si fermarono a Roma contro la Lazio, subendo uno 7-0 che rappresenta il massimo k.o. giallorosso nella manifestazione. Quest’anno i vicentini hanno eliminato la Fidelis Andria ai rigori (5-3 nei tiri dal dischetto, dopo un 1-1 al 120’), poi l’Avellino (2-0), giocando finora sempre in casa, allo stadio “Mercante”.

Maistrello capocannoniere. Tommy Maistrello, punta classe 1993, ha segnato due dei 3 gol del Bassano nei primi due turni di TIM Cup. Una doppietta che lo ha fatto diventare il bomber all-time dei giallorossi in questa competizione.

L’arbitro. La gara di Marassi sarà diretta da Michael Fabbri di Ravenna. L’arbitro romagnolo, alla settima presenza in TIM Cup (bilancio di 4 successi interni e 2 esterni, senza pareggi), vanta 5 precedenti con la Sampdoria (3 vittorie blucerchiate, un pareggio, una sconfitta) e un solo incrocio con il Bassano (sconfitti 2-0 in casa dall’Andria Bat nel campionato di Lega Pro 2011/12).

LASCIA UN COMMENTO