Salviamo Villa Zanelli a Savona

0
CONDIVIDI
Villa Zanelli a Savona
Savona, Villa Zanelli: sabato il M5S organizza un incontro in Comune

SAVONA. 24 NOV. Un tesoro in balia del degrado e dell’incuria. Questo è oggi Villa Zanelli, capolavoro architettonico in stile Liberty e uno dei più significativi esempi di Art Nouveau in Italia, abbandonato sul lungomare di Savona. Il M5S sabato organizza un incontro per salvare il patrimonio ambientale e culturale del ponente ligure.

Gli amministratori locali e regionali di centrodestra e centrosinistra finora hanno lasciato parco e villa nell’incuria. Oggi questo gioiello rischia addirittura di essere svenduto ai privati da parte di ARTE Genova, l’Azienda Territoriale per l’Edilizia che ne detiene il controllo per conto della Regione.

A rischio c’è una ricchezza inestimabile della Liguria che, con la giusta cura e gestione, potrebbe contribuire a valorizzare il territorio, la sua arte, la sua cultura. “Recuperare questo patrimonio dei cittadini savonesi è possibile. Ci vogliono idee differenti, innovative e di buon senso”.

 

Di questo parlerà il M5S  sabato 28 novembre, a partire dalle ore 10.30, nella Sala Rossa del Comune di Savona “con l’auspicio di aprire un dibattito serio e costruttivo per riportare in vita Villa Zanelli”. All’incontro parteciperanno Andrea Melis, consigliere M5S in Regione Liguria, Milena Debenedetti (M5S al Comune di Savona), Andrea Speziali, critico d’arte e fotografo, e altri importanti voci del territorio. Moderatore sarà il giornalista Luca Russo. Nel corso dell’incontro sarà anche proiettato un “docu-film” realizzato da Mario Lattanzio sullo stato in cui versa oggi Villa Zanelli.

LASCIA UN COMMENTO