Home Politica Politica Genova

Salvatore (M5S): non so perché Marika è stata estromessa da Beppe

0
CONDIVIDI
Marika Cassimatis (seconda da sinistra) con Alice Salvatore (seconda da destra)

GENOVA. 28 MAR. “Non lo so. Non lo so. Non lo so. Chiedete a Beppe, è lui il garante del Movimento”. La consigliera regionale del M5S Alice Salvatore e fedelissima di Grillo, lo ripete quasi come un mantra. Il perché dell’estromissione della candidata a sindaca di Genova Marika Cassimatis, fra i consiglieri regionali in pausa durante i lavori dell’Assemblea di via Fieschi, oggi appariva ancora un mistero. Come lo è, d’altronde, anche per Cassimatis e gli altro componenti della sua lista, annullata d’imperio.

“Il ricorso al Tar di Cassimatis è inopportuno – ha commentato Alice Salvatore – Beppe Grillo ha da sempre avuto un ruolo di garanzia per il M5S perché prevenire è meglio che curare, non so e non ho chiesto a Beppe Grillo perché ha estromesso Marika Cassimatis, non mi compete e mi fido del garante”.

Luca Pirondini, poi promosso con nuove consultazione online, ma nazionali anziché locali, è considerato vicino alla consigliera Salvatore, che ha aggiunto: “Il nostro movimento ha strumenti di garanzia per le scelte importanti. Beppe Grillo ha sempre avuto l’ultima parole sul concedere o meno l’utilizzo del simbolo dell’M5S, non è cambiato nulla, l’azione fatta a Genova dal nostro garante al costo di suscitare scalpore è un’azione di coraggio e senso di responsabilità. Come fa il M5S a candidare a sindaco delle persone se chi ne deve valutare l’idoneità non si fida di loro? Non so perché Beppe Grillo ha scelto di mandare ‘fuori’ Marika Cassimatis dopo la vittoria online. Probabilmente sono subentrati dei dati che lo hanno portato a dubitare”.


 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here