Salvatore (M5S): in Regione vige il Nazareno

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale M5S e miss preferenze 2015 Alice Salvatore
Alice Salvatore (M5S). in Regione vige il patto del Nazareno perché il Pd dà una mano al centrodestra
Alice Salvatore (M5S): in Regione vige il patto del Nazareno perché il Pd ha dato una mano a Toti

GENOVA. 23 DIC. Ci sono molti modi per far passare un provvedimento. Votando a favore o, come oggi in Regione nel caso del Pd, uscendo dall’aula.

“Il Partito Unico – ha detto il capogruppo regionale M5S Alice Salvatore – ha gettato definitivamente la maschera, approvando a braccetto il DEFR, primo atto della manovrina finanziaria di Toti & C. Al momento della votazione del Documento Economia e Finanza Regionale, tra i banchi della Lega sono mancati all’appello l’assessore Rixi e il consigliere Piana. Un’occasione d’oro per l’opposizione, che avrebbe l’occasione di bloccare il ddl. Peccato che, in quel momento, non fossero presenti in aula i consiglieri del Partito Democratico De Vincenzi, Michelucci e Ferrando. Da un possibile 15-14 in favore della minoranza si è passati al 12-14 per la maggioranza, con la gentile concessione dei diversamente concordi piddini. Solo una grave dimenticanza? Difficile. Gli assenti della minoranza sono tutti politici navigati che sanno valutare i tempi di lavoro dell’aula e ben conoscono il peso di un voto tanto importante. La realtà è che il Nazareno è sempre vivo, solo con l’aggiunta di un po’ di basilico”.

“La momentanea assenza dall’aula – ha aggiunto il capogruppo di Rete a Sinistra Gianni Pasorino – di 3 consiglieri del Partito Democratico ha impedito il colpaccio di mandare “sotto” la maggioranza. Non ci sono scuse”.

LASCIA UN COMMENTO