Home Politica Politica Genova

Saluti romani bufala, Rixi: campagna diffamatoria estrema sinistra che semina odio

1
CONDIVIDI
Il primo partigiano Bisagno (a destra) lottava contro l'occupazione tedesca

GENOVA. 22 GIU. “I genovesi vogliono tornare a essere liberi, ma una certa parte della sinistra estremista non è d’accordo. Ci sono candidati non eletti della sinistra estrema che non digeriscono il fatto che Genova non voglia più affidargli il proprio futuro e stanno scatenando la più miserabile delle campagne diffamatorie per seminare odio”.

Lo ha dichiarato oggi il segretario della Lega Nord Liguria ed assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, anche a seguito del post-bufala (poi rimosso insieme alla pagina Facebook) che raccontava di saluti romani ed accusava di fascismo Bucci e i suoi supporter arancioni.

“Noi – ha aggiunto Rixi – siamo per la libertà e per la democrazia che è confronto e partecipazione, franca e leale.


‘Noi non lottiamo per avere un domani un cadreghino, vogliamo bene alle nostre case, vogliamo bene al nostro suolo e non vogliamo che questo sia calpestato dallo straniero, dobbiamo agire nella massima giustizia e liberi da prevenzioni’. Aldo Gastaldi detto Bisagno.

Parole in cui ci riconosciamo e che non possono essere proprietà privata di qualcuno solo perché pensa di avere la tessera di partito giusta. Le minacce, gli insulti e la falsificazione dei fatti non spaventeranno i genovesi che domenica sceglieranno di tornare a essere liberi”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here