Home Cronaca Cronaca Italia

SALONE NAUTICO: GENOVA PER 9 GIORNI DIVENTA IL PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA NAUTICA MONDIALE

0
CONDIVIDI
SALONE NAUTICO: GENOVA PER 9 GIORNI DIVENTA IL PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA NAUTICA MONDIALE

Scajola. Il Ministro arriver? intorno alle 9,30 via mare. A terra, sul molo ad accoglierlo, il presidente della Fiera Franco Gattorno, il presidente Ucina Paolo Vitelli, il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, il presidente della Provincia Alessandro Repetto e il sindaco Giuseppe Pericu, oltre al Ministro del Mare della Repubblica di Croazia Bozidar Kalmeta.
Fra i primi ospiti del Salone, Paul Cayard, che sar? presente sabato alle 15 al Teatro del Mare; mentre domenica alle 10,30 nella stessa location sar? la volta del plurivincitore neozelandese della coppa America Russell Coutts.
Proprio, qualche ora fa intorno alle 13, ? terminata la conferenza stampa di presentazione del Salone e tutti gli interlocutori si sono detti soddisfatti dell’evoluzione della manifestazione. Primo fra tutti “il padrone di casa” Franco Gattorno, Presidente della Fiera che ha ammesso: “Dopo tutti gli sforzi che sono stati fatti, la Fiera ? competitiva. In questi nove giorni abbiamo il privilegio di ospitare tutta la cantieristica mondiale a Genova e come soci e partner abbiamo, com’ ? tradizione, l’UCINA. Tra due anni, terminati i lavori del padiglione D, potremo affermare di essere il primo salone nautico del mondo”. In effetti anche grazie ai lavori di ristrutturazione e di ampliamento della Marina, la superficie espositiva del salone supera i 290 mila metri quadrati, suddivisa tra i? padiglioni S, B, C, D, aree all?aperto fra cui l?area Kennedy, aree attrezzate, la tensostruttura di Piazza del Mare, Marina Uno e Marina Due.
Gli espositori sono 1.581, in crescita del 2% rispetto al 2004: gli esteri sono 574, il 36% del totale. I paesi rappresentati sono 37 e precisamente Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Cipro, Corea, Croazia, Danimarca, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Indonesia, Irlanda, Lussemburgo, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Repubblica Ceca, Singapore, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Sud Africa, Svezia, Svizzera, Taiwan, Turchia.
Il 41% degli espositori del 45? Salone Nautico Internazionale rappresenta?barche a motore e vela, il 40%?aziende dell?accessoriato, l?11% servizi, il 4%? motori e il restante si divide tra pesca e carrelli.?
Le barche esposte sono 2.027, anche qui in aumento del 2%: di queste 336 sono novit?, il che conferma come la manifestazione sia il palcoscenico preferito dalle aziende italiane e straniere per presentare i propri prodotti in anteprima.
Paolo Vitelli, presidente di Ucina ? pi? tecnico per quanto riguarda le cifre della nautica e spetta a lui fare un’ analisi accurata del mercato. “Il valore della produzione italiana d?imbarcazioni da diporto che, nel 2004 si ? attestata intorno ai 1.867 milioni di euro con un +8,7% rispetto al 2003; mentre l?esportazione nel 2004 ? del 57% del valore della produzione con l’apertura di nuovi mercati. Non manca di lanciare un input al governo “domani ne parler? con ministro Scajola…” afferma e prosegue incalzando: “mi batter? affinch? la legge venga ulteriormente modificata ed attrarre cos? il pubblico straniero a tutto beneficio del turismo”. Non manca di tirare le orecchie ad Italia Navigando sostenendo “che gli interventi a pioggia servono a poco ma, al contrario, occorre analizzare il mercato prima di spendere”. All’ amministratore delegato della Fiera Roberto Urbani spetta il compito di spiegare le novit? della manifestazione dal nuovo sottopasso che permetter? una maggiore fluidit? del traffico con minor pericolo da parte dei pedoni, ai nuovi parcheggi, definiti insieme al Comune perch? non si verifichi pi? la grottesca o meglio tragica situazione del “Milanese che viene a Genova per vedere il Salone, gira per tre ore in macchina, non trova il parcheggio e stanco e disperato, torna nella sua citt? senza averlo visto”. “Ma il salone non sar? solo barche, sar? anche formazione per gli studenti e per i marittimi”, parola del segretario generale UCINA Lorenzo Pollicardo. Giovedi 13 e venerdi 14 si svolgeranno infatti due appuntamenti da non perdere: nella prima giornata si svolger? un dibattito aperto organizzato dal Sole 24 Ore sulle “aree marine protette”, mentre il giorno dopo il convegno sul “Codice della nautica da diporto”.
Gli ingressi al Salone saranno tre: dal portale di Levante di piazzale Kennedy, dalle Riparazioni Navali (Marina 2), mentre una biglietteria sar? allestita in banchina per i visitatori in arrivo con i battelli dal Porto Antico, dal porto e da Molo Archetti a Pegli.
Sar? aperto tutti i giorni con orario dalle 10 alle 18.30. Il biglietto d?ingresso coster? 13 euro, 10 euro il ridotto. Ingresso gratuito per i bambini fino a 6 anni. I cittadini stranieri mostrando il passaporto alle biglietterie avranno la possibilit? di acquistare, sempre a 13 euro, il biglietto ?pluryday?, che d? diritto all?accesso in due giornate. Sito internet: www.salonenauticogenova.it; www.fiera.ge.it. (nella foto: la conferenza stampa di presentazione del 45? Salone Nautico. Da sinistra, Roberto Urbani, franco Gattorno, Paolo Vitelli, Lorenzo Pollicardo e Arcangelo Merella).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here