Home Cronaca Cronaca Genova

SALONE NAUTICO 2013. LA CAPITANERIA PRESENTA IL BILANCIO DEI SOCCORSI IN MARE

0
CONDIVIDI

cp-bilancio-soccorsiGENOVA. 3 OTT. Ha scelto il Salone Nautico la Guardia Costiera per presentare i risultati dell’operazione “Mare Sicuro”, che ha impegnato il Corpo lungo le coste della penisola per assicurare rapidi interventi in caso di emergenza e scongiurare comportamenti potenzialmente pericolosi.

Nell’incontro tenuto dal Comandante Generale della Capitaneria Ammiraglio Angrisano è stato rilevato con soddisfazione un calo degli incidenti occorsi a bagnanti, diportisti e subacquei, rispetto allo scorso anno.

834 unità da diporto (946 nel 2012) soccorse delle quali la maggior parte (615) a motore. Causa maggiore di richiesta di aiuto le avarie al motore (497 contro 563) seguite dalle avverse condizioni meteo (147) e da incagli (99). Per la balneazione sono state 419 contro 481) le persone assistite.


Questi risultati sono stati ottenuti anche grazie alla campagna di sensibilizzazione e informazione realizzata dal Comando Generale delle Capitanerie di porto utilizzando, accanto ai media tradizionali (servizi sulla carta stampata, spot “1530” e trasmissioni radio televisive) nuovi linguaggi di comunicazione quali il web e i social network, particolarmente seguiti dai giovani.

Per concludere è stato sottolineato come la maggior parte degli incidenti avvenuti si sarebbero potuti evitare con maggior prudenza e buon senso che restano i compagni più affidabili per una navigazione sicura e piacevole.

In evidenza è stato messo il sistema del “bollino blu”, una sorta di riconoscimento, ben 12866 consegnati dai militari, per i diportisti trovati in regola durante i coontrolli in mare.

Toccante l’espressione dell’Ammiraglio  Angrisano quando ha parlato dei soccorsi dei migranti nei Mediterraneo a proposito delle zone di competenza: “Il compito della Capitaneria di Porto è quello di salvare senza sè e senza ma, le vite in mare!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here