Sagi Gross questa sera a Casa Paganini

0
CONDIVIDI
Sagi Gross questa sera a Casa Paganini
Sagi Gross questa sera a Casa Paganini
Sagi Gross questa sera a Casa Paganini

GENOVA. 24 MAG. Questa sera un evento particolarmente interessante all’interno del festival Genova Outsider Dancer, il danzatore e coreografo Sagi Gross è ospite a Casa Paganini-InfoMus in collaborazione con il Teatro Carlo Felice e con il sostegno del Goethe Institut Genua per mostrare la coreografia: Blind Sight, del duo Sagi Gross (coreografo) e Jeroen Fransen (artista multidisciplinare).

Antonio Camurri, professore ordinario presso il Dibris (Dipartimento di Informatica Bioingegneria Robotica e Ingegneria dei Sistemi) e direttoredi Casa Paganini-InfoMus  e il suo staff lavorano da tempo ai possibili incroci tra linguaggi artistici e tecnologia. Lo sviluppo della piatoformaEyesWeb (traduce in linee, di diverso colore e spessore, un gesto e ne riporta la forza e la qualità) fu un percorso fortemente influenzato dal lavoro con il compositore Luciano Berio e con altri artisti e ricercatori tra cui Nicola Bernardini eAlvise Vidolin. Negli ultimi anni l’attenzione e le collaborazioni con danzatori si sono intensificate e hanno portato all’elaborazione di un «modello concettuale delle qualità espressive» che consente di tradurre il gesto artistico di un corpo danzante in un suono.

Il lavoro con i musicisti è una parte integrante del percorso di ricerca tra arte e tecnologia sia per la creazione di sonificazioni delle varie qualità espressive del movimento sia per comprendere altri livelli di fruizione e percezione. La creazione di questo vocabolario e l’approfondimento sulle qualità artistiche dei vari linguaggi ha portato a varie collaborazioni, come quella con la neuroscienziata Beatrice de Gelder, docente all’università Maastricht.

 

Sagi Gross , il noto coreografo olandese la cui compagnia è cooprodotta dalla leggendaria coreografa Carolyne Carlson, sarà impegnato tre giorni (dal 25 al 27 maggio 2016) in analisi e tracciature in laboratorio nella sede di casa Paganini e sempre a casa Paganini qusta sera martedì 24 maggio, (ore 21) sarà anche sul palco per il suo spettacolo dedicato all’abilità umana di rielaborare informazioni sia vitali che distruttive. Attraverso la danza, Sagi Gross offrirà un’appassionata esplorazione su musiche da lui stesso rielaborate e assemblate, che dalla Sinfonia delle Alpi di Richard Strauss ci portano al giovane islandese Ólafur Arnalds.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO