Home Spettacolo Spettacolo Genova

SABATO PROSSIMO 15 GIUGNO AL TEATRO GARAGE-SALA DIANA IN SCENA “CIMBELINO” DEL “TEATRO DEL DISIO”

0
CONDIVIDI

cimbelinolocandinalnGENOVA 10 GIU. Sabato prossimo 15 giugno, alle ore 20:30, presso il Teatro Garage, Sala Diana, in Via Paggi 43b nel quartiere di San Fruttuoso a Genova, infotel. 010/510731, la compagnia del “Teatro del Disìo” mette in scena “Cimbelino” di William Shakespeare. Attori: Riccardo Bocci, Chiara Cimmino Sander, Valerio Vittorio Garaffa, Mario Pietramala, costumi Simona Cimmino, aiuto costumi Viola Collini, Elisa Navacchi, Andrea Roberta Di Pietro, scenografia Paola Castrignanò, maschere e attrezzeria Riccardo Rossi, gioielli Alessandro Loffredo, Rachele Pozzar, regia di Valerio Vittorio Garaffa.

Lo spettacolo

“Cimbelino” è una delle opere meno conosciute di Shakespeare, eppure contiene alcuni tra i versi più belli della sua ultima produzione. Viene considerato alternativamente un’opera vagamente caotica o un raffinatissimo gioco teatrale.


Allo stesso modo, la sua trama può essere vista come una serie di elementi già utilizzati nelle opere precedenti (gli amanti separati, la folle gelosia, la senilità di un re, ecc.), oppure come un vero e proprio inno al teatro Shakespeariano, una “festa” in cui l’autore gioca – a volte fino al parossismo – con i temi, i personaggi e le suggestioni che hanno accompagnato la sua carriera. La commedia si basa proprio su questa prospettiva di “gioco teatrale”.

“Cimbelino” è innanzitutto lo spettacolo di una giovane compagnia che gioca con un grande Autore e con un testo che passa dal comico al tragico senza soluzione di continuità. E’ uno spettacolo che vuole essere gioioso e rigoroso, un omaggio all’Arte del Teatro e a tutte le epoche in cui il fare teatro ha trovato più ostacoli che occasioni, e che ha saputo scorgere le occasioni oltre gli ostacoli.

La trama
“Cimbelino” è il vecchio re di Britannia, la cui nuova perfida moglie trama per far sposare il proprio sciocco figlio con la figlia del re, la dolce Innocenza. La scena si apre con la furia del re, che ha scoperto che Innocenza ha già sposato di nascosto Postumo, un ragazzo valoroso ma povero, il quale viene esiliato brutalmente in Italia. A Roma Postumo viene istigato dall’astuto Iachimo a fare una scommessa: se Iachimo riuscirà a sedurre Innocenza, dimostrerà che tutte le donne sono infedeli.

Non riuscendo nell’intento Iachimo mente a Postumo e gli rivela che la giovane moglie si è concessa a lui, scatenando la folle gelosia del ragazzo che scrive a un servo rimasto accanto alla donna di ucciderla. Rifiutandosi, il servo racconta tutto alla padrona e la spinge a fuggire dal castello travestita da uomo. Nei boschi Innocenza incontrerà senza saperlo due fratelli perduti anni prima, ma per una serie di equivoci si ritroverà a credere che Postumo sia morto e a servire, in sembianze di paggio, il generale dell’esercito romano in battaglia contro i Bretoni. Durante la battaglia tra Bretoni e Romani, in cui tutti i personaggi sono presenti, Postumo si pentirà di ciò che ha fatto e rimarrà assai stupito quando, in una girandola di riconoscimenti, ritroverà Innocenza nel gran finale.

La compagnia

“Teatro del Disìo” è una compagnia italiana che nasce dall’urgenza di creare una propria voce all’interno di una generazione teatrale che corre il rischio storico di non averne una. Il suo lavoro si basa su uno studio continuativo dei mezzi dell’attore, ricollegandosi idealmente alla grande tradizione del Teatro Italiano – dalla Commedia dell’Arte al fenomeno del Grande Attore del XIX secolo, dal Teatro in Versi fino al successivo avvento del Teatro di Regia – come retroterra sul quale costruire un Teatro che trovi una sua ragione di essere nel nuovo millennio.

Biglietti

Biglietto base posto a sedere in platea 5 Euro e possibilità di fare un’offerta libera. I fondi necessari a produrre questo spettacolo sono stati in buona parte reperiti tramite il fenomeno di “crowdfunding”: una presentazione del progetto è stata, cioè, illustrata in varie occasioni pubbliche, con l’esplicita richiesta al pubblico presente di valutare la validità della proposta e, in caso positivo, finanziarla, in quello che è diventato un alternativo “finanziamento pubblico”. Questo ha permesso di creare una vera e propria produzione dal basso che, a tutt’oggi, ha coinvolto un centinaio di simpatizzanti.

Per maggiori informazioni, prenotazioni e approfondimenti, cell. 349/1512701 oppure visitare il sito web: 

http://www.teatrodeldisio.com

Chi pensa di venire allo spettacolo di questi giovani attori professionisti, tra i quali Chiara Cimmino Sander, come lei stessa ha detto oggi, “Dovrebbe darne conferma al più presto, via mail, per prenotare e, ovviamente, riservare il/i posti. Questo per non dover escludere nessuno, nel caso fortunatissimo, che sabato sera 15 giugno prossimo ci sia il pienone!”

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here