Sabato e Domenica tutti a Forte Begato ad osservare la Luna

0
CONDIVIDI
Sabato e Domenica tutti a Forte Begato ad osservare la Luna

GENOVA. 7 OTT. Sabato 8 ottobre ci sarà un evento dell’International Moon Night, la giornata mondiale di osservazione della Luna promossa dalla NASA e dal Lunar and Planetary Institute (http://observethemoonnight.org/) che ha invitato tutti gli Osservatori Astronomici sulla faccia del pianeta a organizzare occasioni di osservazione pubblica del nostro satellite naturale.

L’ Osservatorio Astronomico del Righi osserverà la Luna con i suoi telescopi nel tardo pomeriggio, a partire dalle 17.30 e fino alle 19.30 dalle mura del Forte Begato, aperto al pubblico per l’occasione. Oltre ai telescopi trasferirà dentro il Forte Begato anche il proiettore del Planetario che a partire dalle 17 porterà gli osservatori a spasso sulla Luna all’interno di una cupola gonfiabile di 6 metri di diametro.

Il Planetario e i telescopi saranno presenti a Forte Begato anche durante la Giornata Nazionale del Camminare, domenica 9 ottobre, durante la quale a partire dalle ore 15.30 verrà osservato il Sole tramite opportuni filtri schermanti capaci di farci osservare i fenomeni della nostra stella in sicurezza e verrà rievocata, grazie a D&E Animations e a Scottish Warriors Genova anche una battaglia medievale in stile fantasy nel corso della quale due eserciti si affronteranno per conquistare… un vero pezzo di roccia lunare che verrà poi esposta al pubblico alla fine della battaglia. Le animazioni all’interno del Planetario si terranno ogni ora a partire dalle 16 e fino alle ore 18.

 

Per queste due occasioni l’ingresso al Planetario e le osservazioni al telescopio saranno libere e gratuite (nei limiti della capienza del Planetario, 30 posti per ogni turno).

Per le due giornate al Forte Begato si prevedono molte altre iniziative organizzate dal Comune di Genova Attenzione al fatto che domenica 9, essendo la Giornata Nazionale del Camminare, verrà impedito l’accesso alle auto nella zona del Parco del Peralto.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO