Sabato al Teatro di Milano “Gala Talenti”

0
CONDIVIDI
Tango Teatro di Milano
Tango Teatro di Milano
Tango Teatro di Milano

GENOVA. 14 GEN. Gala Danzatalenti giunge alla sua seconda edizione milanese con lo spettacolo che sarà sabato 16 gennaio 2016 al Teatro di Milano, grazie alla collaborazione con il Balletto di Milano. Per quest’occasione la compagnia diretta da Agese Omodei porterà in scena una nuova ed elettrizzante proposta dal titolo “Choreographic Tango”.

Dedicato ai giovani talenti provenienti dalla scuole di formazione professionale ed alle compagnie junior più prestigiose, Danzatalenti nasce nel 2011, ideato dall’associazione D’Angel-Angeli dello Spettacolo con la direzione artistica di Simona Griggio.

L’edizione milanese offre una panoramica su talenti giovanissimi, dai 15 ai 23 anni, inseriti nelle realtà di formazione coreutica più solide, veri e propri vivai di futuri professionisti.

 

Partecipano alla serata il Centro di Formazione A.I.D.A-Junior Ballet di Marisa Caprara, l’Accademia Ucraina di Balletto, il MAS-Music Arts & Show-Professione MAS,  l’Accademia ArteMente e alcuni brani vincitori del Premio MAB 2015.

Negli anni Danzatalenti ha ospitato: Accademia Princesse Grace di Montecarlo, Cannes Jeune Ballet- Scuola Superiore di Danza di Cannes Rosella Hightower, Scuola di Ballo Teatro San Carlo di Napoli, giovani diplomati Accademia Teatro alla Scala e Paolo Grassi di Milano, elementi della compagnia Junior Balletto di Toscana.

Tra i professionisti ospiti, ballerini del Teatro alla Scala, Maggio Danza, compagnie Balletto di Milano e Balletto Teatro di Torino, Balletto di Siena, Compagnia Cosi-Stefanescu, Compagnia Susanna Beltrami; tra le personalità premiate: Luciana Savignano, Paola Cantalupo, Anna Razzi, Davide Bombana, Matteo Levaggi, Marco Cantalupo, Emanuela Tagliavia.

Danzatalenti Milano-Eccellenza della Formazione, che l’anno passato ha avuto quale madrina Oriella Dorella questa volta di vanta della presenza al completo della Compagnia Balletto di Milano. Lo spettacolo si configura come una serata scandita dalla varietà delle proposte coreografiche, giocata sull’alternanza fra classico, neoclassico e contemporaneo, un Gala attuale dunque, pensato per delineare le nuove linee della danza internazionale attraverso l’interpretazione di giovani elementi capaci di affrontare sia rivisitazioni di repertorio sia nuove creazioni. Uno spettacolo forte dell’entusiasmo e della freschezza delle nuove generazioni formatesi nel solco della più solida impostazione e pronte a spiccare il salto verso il professionismo.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO