S. Ilario, M5S: stazione solare testimonial del Festival della Scienza

0
CONDIVIDI
La prima stazione solare italiana di S. Ilario
La prima stazione solare italiana di S. Ilario
La prima stazione solare italiana di S. Ilario

GENOVA. 10 APR. “Senza il M5S in Regione e le passerelle istituzionali rimarrebbero tali, le promesse fatte dagli assessori resterebbero soltanto parole al vento. O, per restare in tema, al sole”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale pentastellato Marco De Ferrari sul caso del primo impianto solare italiano a concentrazione Fresnel di Sant’Ilario, ideato dal professor Giovanni Francia, non ancora doverosamente valorizzato.

“Emblematico il caso della centrale solare di Sant’Ilario – ha spiegato De Ferrari – dopo sei mesi di totale stallo, con la nostra interrogazione in consiglio regionale siamo riusciti a far promettere all’assessore Cavo di impegnarsi finalmente a valutare progetti di inizio lavori nel mese di maggio e di portarla già in uno stato ottimale e funzionante in occasione del prossimo Festival della Scienza 2016.

 

Promesse che ora dovranno tramutarsi in (f)atti concreti. La centrale solare di Sant’Ilario dev’essere recuperata e rilanciata in un’ottica di sviluppo sostenibile e in chiave turistica. Genova non può permettersi di perdere un altro pezzo della sua memoria e i genovesi l’ennesima occasione per far brillare una delle sue innumerevoli perle.

Rilanciare questa importantissima opera, nel quadro del promesso parco archeologico scientifico, può diventare un messaggio chiaro anche in vista del referendum del 17 aprile: un segnale illuminante per i cittadini a votare SI e per iniziare a investire il nostro denaro pubblico su un piano energetico sostenibile basato sulle fonti rinnovabili, allontanandoci definitivamente dalle fonti fossili”.

LASCIA UN COMMENTO