Rosso (FdI): a Cogoleto crostoni con il cromo della Stoppani

0
CONDIVIDI
Il torrente Lerone nei pressi dell'ex fabbrica Stoppani
Il torrente Lerone nei pressi dell'ex fabbrica Stoppani
Il torrente Lerone, che sfocia in mare, accanto all’ex fabbrica Stoppani

GENOVA. 8 MAR. «Le dichiarazioni espresse dall’assessore all’Ambiente Giampedrone ci tranquillizzano, ma pensiamo che per rassicurare le famiglie residenti nella zona tra Cogoleto e Arenzano sulla situazione ambientale possa essere utile ascoltare direttamente i pareri tecnici di Arpal, in una seduta di commissione Salute che, in accordo con l’assessore competente, provvederò a convocare appena possibile».

Lo ha dichiarato oggi Matteo Rosso, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione, che questa mattina ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale all’Ambiente per conoscere gli interventi a tutela della salute nella zona interessata dalla presenza dell’ex Stoppani di Cogoleto.

«Da metà gennaio – ha aggiunto Rosso – sono affiorati sul litorale alcuni crostoni, il risultato di stratificazioni di quasi un secolo di attività, fortemente inquinante, dell’ex industria chimica che produceva cromoesavalente. Questa parte di litorale è molto frequentata, soprattutto nella stagione estiva, da turisti e da famiglie residenti ed è comprensibile pertanto che siano sorte preoccupazioni sfociate anche nella costituzione di comitati spontanei. In questa situazione, per sgomberare il campo da qualsiasi dubbio sulla sicurezza della zona, penso che sia opportuno informare nello specifico degli interventi attuati e dei dati tecnici a disposizione: una commissione sul tema sarebbe utile per rassicurare turisti e residenti».

 

 

LASCIA UN COMMENTO