Rossella Gilli, il volo della mente, la leggerezza del viaggio

0
CONDIVIDI
Rossella Gilli
Rossella Gilli
Rossella Gilli

GENOVA. 21 NOV. Domani, domenica 22 novembre, parte la  mostra ROSSELLA GILLI. Il volo della mente, la leggerezza del viaggio,  frutto di un dialogo tra le raccolte museali e,  e circa cinquanta tra dipinti, sculture e gioielli dell’artista milanese.

L’evento, realizzato con il sostegno e la collaborazione di Banca CARIGE S.p.A., è il decimo appuntamento della rassegna “Natura ConTemporanea” ideata e curata da Fortunato D’Amico e Maria Flora Giubilei per due musei di Genova Nervi – la Galleria D’Arte Moderna e le Raccolte Frugone –  ed è  incentrata sulla lettura delle differenze espressive degli artisti in rapporto alle collezioni esposte e al suggestivo paesaggio naturale e urbano circostante.

Al decimo appuntamento di “NaturaConTemporanea” sono di scena pittura, scultura e oreficeria. Le arti figurative, dopo un percorso di installazioni, lavori concettuali, video e fotografie, tornano protagoniste e in uno stimolante dialogo con le collezioni permanenti della Galleria d’Arte Moderna.

 

Rossella  Gilli è una storica dell’arte, con un passato  di gallerista specializzata in grafica antica, che vive tra Milano, Parigi e Marrakech e che ha avvertito l’esigenza di trasferire le sue conoscenze tecniche e la sua capacità di decodificare i segni artistici di antichi pittori e scultori su grandi tele, su fogli di carta impressi da lastre corrose per raccontare la forza primitiva della natura, la sua energia. Lo fa con tutta l’empatia di cui è capace il genere femminile creatore di vita, in uno dei Musei di Nervi, tra la “terra” dei parchi e l’”acqua” del Mediterraneo che li fronteggia.
Rossella Gilli dialoga senza timore con le opere della Galleria d’Arte Moderna e comincia, innanzitutto, con un omaggio a Genova. Un tributo di conoscenza e di “presa” culturale del territorio che oggi la ospita attraverso la concretezza dell’architettura, delle sue masse, della sua materia.

Cogliendo spunti dai contenuti paesaggistici del percorso permanente della Galleria, l’artista propone un viaggio di architetture occidentali e orientali – con una voluta dimensione internazionale per rispondere all’italianità di Tetar Van Elven – di terre e di mari, allestiti con ordine progressivo sui tre piani del museo. Mare e cielo, dipinti o finemente impressi sulle carte delle incisioni, esposti in alto, nel piano ammezzato, dalle cui finestre, sopra le chiome degli alberi, si coglie l’orizzonte del Mediterraneo.

FRANCESCA CAMPONERO

Sede: MUSEI DI NERVI – Galleria d’Arte Moderna di Genova

Orari di apertura:  martedì – domenica 11-17
Ingresso mostra:  Intero € 6,00 – Ridotto € 5,00
Info e prenotazioni visite guidate: 010 3726025 / 010 5574739-18
[email protected]

LASCIA UN COMMENTO