Romanoff, il discendente degli Zar incontra Liguria-Russia

0
CONDIVIDI
Sua Altezza Imperiale, il Granduca George Mikhailovic Romanoff incontra l'associazione Liguria-Russia
Sua Altezza Imperiale, il Granduca George Mikhailovic Romanoff incontra l'associazione Liguria-Russia
Sua Altezza Imperiale il Granduca George Mikhailovic Romanoff incontra l’associazione Liguria-Russia

GENOVA. 24 GEN. L’erede legittimo degli Zar e discendente della famiglia Romanoff, massacrata dai bolscevichi durante la rivoluzione comunista, Sua Altezza Imperiale il Granduca George Mikhailovic Romanoff, ha invitato l’associazione Liguria-Russia di Ubaldo Santi a partecipare a un incontro in occasione della sua visita istituzionale in Italia. L’appuntamento è mercoledì prossimo a Milano. Si tratta di un importante riconoscimento per il mondo degli imprenditori, manager e professionisti liguri che guardano all’Est di Putin.

Romanoff è nato in esilio a Madrid il 13 marzo 1981. Viene battezzato nella capitale spagnola nel maggio 1986. E’ figlio di S.A.I. la Granduchessa Maria Vladimirovna di Russia e di S.A.R. Franz Wilhelm di Hohenzollern Principe Reale di Prussia. Tra i suoi antenati diretti figurano l’Imperatore Alessandro II di Russia, la Regina Vittoria del Regno Unito e il Kaiser Guglielmo II di Germania. Trascorre parte dell’infanzia in Francia, a Saint Briac sur Mer, nella proprietà dei nonni materni: S.A.I. il Granduca di Russia Vladimir Kirillovich Romanoff e S.A.S. la Principessa Leonida Bagration-Moukhransky di Georgia.

Il Granduca è secondo in linea di successione al Trono di Russia dopo sua madre la Granduchessa Maria Vladimirovna e detiene pertanto il titolo di Zarevich (Principe della Corona, pretendente ereditario al Trono). Nel 1992, in seguito alla dissoluzione dell’Unione Sovietica e al crollo del regime comunista, insieme agli altri membri della famiglia imperiale viene accolto calorosamente con grandi manifestazioni popolari dai cittadini russi, mentre il nuovo governo della Federazione Russa riabilita ufficialmente la Dinastia Romanoff. Pochi anni dopo, alla presenza del Presidente Boris Eltsin, la Chiesa Ortodossa beatifica l’ultimo Zar Nicola II, la Zarina Alessandra e i loro cinque figli trucidati durante la rivoluzione bolscevica.

 

Il Granduca George nel 2001 inizia la carriera professionale presso la Comunità Europea come assistente della Commissaria Spagnola per i Trasporti e l’Energia Loyola de Palacio e nel 2005 la sua professione lo porta in Lussemburgo dove lavora presso la Direzione Generale dell’Energia e della Sicurezza Atomica (EURATOM). Poi prosegue la sua carriera nel settore privato come Direttore degli Affari Europei per il gruppo Norilsk Nickel, gigante russo e leader mondiale nell’estrazione e produzione del minerale.

Successivamente decide di rientrare a Bruxelles dove ha fondato nel 2014 la società di consulenza per le imprese Romanoff and Partners. Ricopre inoltre la carica di Presidente della Camera di Commercio Belga-Lussemburghese per la Russia e la Bielorussia (CCBLR). Fabrizio Graffione

 

LASCIA UN COMMENTO