Roi, Nessuna brutta copia del Festival dei balletti di Nervi

0
CONDIVIDI
Dopo dodici anni tornano i balletti di Nervi: primo appuntamento il 3 luglio
Svetlana Zakharova
Svetlana Zakharova

GENOVA. 12 GEN Sala Paganini gremita ieri mattina al Carlo Felice per una convocazione che incuriosiva non poco: Maurizio Roi annunciava il ritorno di un festival internazionale di danza estivo a Genova.

Al tavolo con lui seduti tutti i direttori delle realtà culturali più importanti della città da Palazzo Ducale al Teatro Stabile, dall’Archivolto alla Tosse, con la partecipazione anche del Goethe Institute, di Porto Antico e della Fiera di Genova. Una “bella tavolata” potremo dire scherzando, ma il progetto qual’è?… Ne sapevano ben poco anche gran partedei convocati, ma il sovrintendente del Carlo Felice ha cercato di chiarire così:” Stiamo provando a fare un festival internazionale di danza a Genova  di estate all’aperto, perchè  di estate bisogna stare all’aperto – ha detto Roi – La prima cosa che presentiamo è l’idea di fare un festival. Ovviamente non siamo più ai tempi di quello che fu il famosissimo Festival Internazionale di Nervi e quanto è stato non potrà ripetersi più, nè vogliamo rischiarci di farne una brutta copia. La nostra intenzione è quella di collaborare fra le varie realtà, ognuno di noi metterà un suo pezzo e tutti insieme costruiremo qualcosa di bello che faccia tornare la buona danza in questa città”.

Quindi ottima l’intenzione di Roi ed al momento possiamo dire: vedremo cosa succederà e quale sarà il programma definitivo. Di certo c’è che il 3 luglio al Tatro Carlo Felice è in programma un gala con la presenza dell’etoile internazionale Svetlava Zakharova, il che, come biglietto di presentazione del nuovo festival ,senza dubbio non è male. Come non è male il progetto espositivo di una mostra a Palazzo Ducale che vedrà esposte 40 foto vintage di Serge Lido, il grande fotografo russo marito di Irina Lidova, in programma dal 11 giugno al 24 luglio.

 

Di questo festival  intitolato “FESTIVAL INTERNAZIONALE DI DANZA – GENOVA OUTSIDE DANCE”  è entusiasta anche l’Assessore alla Cultura Carla Sibilla: “ Quest’idea è senz’altro un bel modo di cominciare questo 2016! Questo festival è un bel segnale per la città. Il Comune di Genova c’è, come c’è sempre stato, e si preoccupa anche in questa occasione vengano utilizzate anche la realtà dei nuovi talenti, dei giovanissimi che si avvicinano alla danza. Del resto la nostra città offre spazi talmente belli vicino al mare che è un peccato non utilizzarli anche per attività culturali.”

Staremo a vedere cosa succederà  sperando si concretizzi tutto al meglio, come del resto si augura Roi che ha terminato scherzosamente la conferenza  con queste parole rivelatrici di qualche timore a riguardo :” Speriamo che io me la cavo”. Dalla città di genova ha tutto il nostro sostegno.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO