ROBERTO MALVASIO CONTENTO DELLA SUA STAGIONE NEL CIVM

0
CONDIVIDI
Roberto Malvasio a Gubbio (Foto Salite Stile di vita)

GENOVA, 26 AGO – E’ soddisfatto, Roberto Malvasio, del riscontro ottenuto a Gubbio nel trofeo “Luigi Fagioli”, decima prova del Civm (Campionato Italiano Velocità Montagna), a cui ha partecipato con il suo prototipo Osella PA21, motorizzato Honda 1600 e gestito dalla DP Racing de L’Aquila, conseguendo la quarantatreesima posizione assoluta finale (su 145 concorrenti classificati) e la seconda piazza in classe CN1600 dietro all’amico e concittadino Andrea Drago.

“Alla vigilia, più che il piazzamento cercavo soprattutto delle conferme – puntualizza il pilota di Ronco Scrivia – e queste sono puntualmente arrivate: la vettura c’è ed ha un potenziale notevole che io devo imparare ad sfruttare meglio per ottenere risultati più importanti, che ritengo alla mia portata, spesso però difficili da conseguire perché talvolta si corre su percorsi dove, per andare forte, occorre rischiare molto”.

“Sono comunque contento – aggiunge il portacolori della Winners Rally Team – sia dell’esito della gara di Gubbio che della mia esperienza in questa stagione nel Civm: ho affrontato gare prestigiose, tecnicamente d’alto livello ed impegnative riportando riscontri cronometrici sempre buoni e, cosa molto importante, senza neppure fare un graffio all’Osella“.

 

In queste ore Roberto Malvasio sta valutando la sua partecipazione all’undicesima e penultima prova del Civm, la Cronoscalata del Reventino in programma a Lamezia Terme, in Calabria, il prossimo 6 settembre. “E’ una gara che non conosco – osserva – logisticamente difficile e su un percorso davvero molto impegnativo: anche questo impegno contribuirà, eventualmente, ad accrescere la mia esperienza nel Civm”.

Roberto Malvasio a Gubbio (Foto Salite Stile di vita)

Roberto Malvasio a Gubbio (Foto Salite Stile di vita)

 

LASCIA UN COMMENTO