Rixi, Toti e Salvini: espulsioni di massa per le risorse sinistre

0
CONDIVIDI
Il vice segretario federale Edoardo Rixi con Matteo Salvini: più sicurezza, basta buonismo
Il vice segretario federale Edoardo Rixi con Matteo Salvini: più sicurezza, basta buonismo
Il vice segretario federale del Carroccio Edoardo Rixi con Matteo Salvini: più sicurezza, basta buonismo

GENOVA. 24 GEN. Il segretario della Lega Nord Liguria Edoardo Rixi è stato uno dei primi a schierarsi con gli abitanti di Certosa, dopo l’incidente mortale di stamane: “Ormai non si può più stare tranquilli neanche mentre si sta sul marciapiede alla fermata del bus. Serve più sicurezza a Genova. Basta buonismo. Dobbiamo reagire contro l’illegalità diffusa”.

Sui social è poi arrivato il commento del governatore ligure Giovanni Toti: “Basta tollerare l’illegalità! Vogliamo più sicurezza sulle strade, più controlli, più militari. Vogliamo una Genova più sicura”.

Il caso di Genova oggi è stato ricordato anche dal leader del Carroccio Matteo Salvini: “Madre e figlio uccisi a Pescara, arrestato un immigrato dell’Est. Pensionato ucciso a Genova da un’auto pirata, arrestato il conducente (drogato e ubriaco), un immigrato sudamericano. Ma quante belle risorse. Espulsioni di massa ci vogliono, altro che palle!”.

 

Al momento nessuna indignazione per il tragico episodio di stamane e il dramma degli abitanti di Certosa da parte di tutta la sinistra genovese, incluso il sindaco Marco Doria, che sul suo profilo Facebook ancora stasera si è invece preoccupato solo di lasciare un post sul piccolo corteo di ieri a Genova per i diritti Lgbt: “Una giornata con tante manifestazioni in tutta Italia per garantire a tutti diritti, senza ledere i diritti degli altri; per riconoscere ciò che in tanti altri Paesi è già previsto dalle leggi; per dire chiaramente che anche in Italia il Parlamento deve finalmente concludere un percorso durato troppo a lungo”.

 

LASCIA UN COMMENTO