Home Economia Economia Genova

Rixi: nostri porti fonti di reddito e lavoro, in Liguria blocco navi con migranti

40
CONDIVIDI
Porto di Genova

GENOVA. 14 LUG. “I nostri porti devono tornare a essere fonte di reddito e di occupazione. Non è accettabile che vengano regrediti a crocevia di disperati e importatori di nuovi poveri”.

Lo ha dichiarato oggi l’assessore regionale allo Sviluppo economico e ai Porti Edoardo Rixi (Lega) in merito al nuovo Piano migranti presentato l’altro giorno dal governo di Roma ed in seguito alle polemiche sull’invasione dal Nordafrica, con le navi delle Ong che trasportano gli stranieri dalle coste libiche all’Italia.

“Gli scali liguri – ha aggiunto Rixi – non accetteranno l’arrivo di navi mercantili con immigrati a bordo. Il blocco dei nostri porti sarà totale, come chiede un italiano su tre. Anche gli altri scali facciano lo stesso. La Liguria non diventerà complice di un governo che, con il folle piano presentato ieri, vuole dare servizi sociosanitari personalizzati agli immigrati e abbandona i nostri anziani e i nostri disabili, per la cui assistenza i soldi non ci sono mai”.

40 COMMENTI

    • Se c’è uno che è contro questa invasione sono io ,ma nn si può vivere di slogan come fanno i leghisti Quello che viene deciso dall’ UE ci piaccia o no dobbiamo sorbircelo anche perché nn è un imposizione ,ma un accordo con il burattino Gentiloni Una soluzione ci sarebbe, ma nn posso dirla……

    • Renzi e Alfano hanno firmato Triton volendo l.invasione dell’italia per poter sforare il bilancio e dare hli 80€ per vincere le EUropee. Ora se li porti tutti a Firenze a casa sua

    • È così ai politici del popolo nn ne frega una mazza Io nn voto Da anni è nn accetto nemmeno di essere preso per i fondelli dai leghisti con le loro sparate populiste solo per prendere consensi e nn portare a casa nessun risultato ciao alla prossima🤝

    • Scusi se mi permetto ma il periodo temporale e’ un po’ cambiato. I migranti di quella canzone sono andati in terre che hanno contribuito a costruire e a diventare (nel bene o nel male) ciò che sono oggi. La migrazione di oggi verso paesi già saturi di popolazione dove il tasso di disoccupazione e’ alto, dove non vengono dati alloggi neanche ai terremotati dove i soldi mancano (ovviamente per il popolo e basta e non per chi lo amministra) e dove vengono dati in pasto alla malavita organizzata porta solo problemi su problemi. Destra o sinistra che sia come fai crei comunque contrasti… pensiero mio. Buonasera

    • Anna Maria altri tempi. ….accoglienza è un conto invasi da gente che rispetta il mio paese la mia cultura adesso siamo invasi…..siamo in pericolo…

    • Paragonare i nostri migranti che andavano in altre nazioni per cercare lavoro e per svolgere lavori durissimi con questi migranti moderni mi pare un insulto ai nostri avi..lei la pensa con una mentalità rossa, ben venga chi vuole lavorare… Ma sappiamo benissimo che l.italia al momento attuale non è in grado di aiutare i migranti…visto che nn si riesce a garantire una vita difnitosa ai 5 milioni di italiani che vivono sotto la soglia di poverta.. Prima la nostra gente e poi se avanza pensiamo agli altri.

    • sanno solo elemosinare, perchè io ho proposto a una di loro fuori di un super mercato di portarmi la spesa le dato 3 euro, mi ho risposto non posso lasciare il posto di lavoro, manco se timbrasse il cartellino hahahah

    • Ma smettila di dare soldi a questi mendicanti che appena girano l’angolo tirano fuori un costoso telefonino e informanoi loro capi del guadagno giornaliero….

  1. spero che il nuovo sindaco sia all’altezza di quello che ha promesso in campagna elettorale. Si vocifera che vuole portare il “mercato dei negri attualmente in Genova Centro in Valpolcevera….NON SI PERMETTA !!! Molti come me gli hanno dato il voto per interrompere questo degrado e non spostarlo. Caro signor sindaco eliminare il degrado non vuole dire fare una mini pulizia di Caricamento e dintorni…ma di tutta Genova.Il Ponente e le periferie hanno sopportato anche fin troppo. Egregio signor sindaco se è stato eletto deve dire anche grazie ai cittadini detti di “serie B”, CHE NON ABITANO IIN ALBARO e che non ne possono più. SI REGOLI DI CONSEGUENZA !

    • Terminologia sbagliata a parte, mi scusi ma in Valpolcevera alle recenti elezioni amministrative la maggioranza dei cittadini ha votato a sinistra, mentre in altri Municipi ha votato a destra. Pertanto, chi abita in Valpolcevera, ha votato a destra ed eventualmente si dovesse ritrovare sotto casa il mercatino, i nomadi, i migranti etc. semmai se la dovrebbe prendere con i suoi concittadini. Non certo con il sindaco Bucci. Infatti, in Centro Storico hanno voluto cambiare votando a destra e quindi il Comune, nel pieno rispetto della volontà popolare, toglierà a breve il mercatino di corso Quadrio.

  2. Anna Maria Monti: Il paragone tra nostri emigranti di ieri ed i migranti di oggi, a parte il contesto temporale, non regge proprio. Inoltre appare fuori luogo, se non un’offesa ai genovesi, citare Ma Se Ghe Penso in questo contesto. Perché i nostri emigranti si recavano in Paesi dove c’era bisogno di loro ed entravano solo se avevano un lavoro e superavano tutti i stringenti controlli sanitari durante il periodo di quarantena (v. Ellis Island). Mentre i migranti di oggi no. Invero, adesso si tratta di un’invasione e di immigrazione fuori controllo. Secondo me, per alimentare il business dell’accoglienza e, secondo persone più esperte di me, per ottenere dalla UE una maggiore flessibilità sui conti dell’Italia. Infatti, lei si è mai chiesta per quali motivi ormai i migranti sbarcano, anzi sono trasportati dalle Ong, dal Nord africa solo sulle coste italiane e non negli altri Paesi UE!?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here